Noto. Esposto di Italia Nostra sulla ripavimentazione della Villa comunale

Info Point Noto, Info e visita di Noto » Villa Comunale (Giardini Pubblici)

Italia Nostra ha segnalato, in un esposto presentato in questi giorni alla Procura della Repubblica di Siracusa, le proprie perplessità in merito alle opere e al procedimento autorizzativo del progetto del Comune di Noto per la ripavimentazione della Villa comunale, attualmente in fase esecutiva. L’opera prevede scavi profondi fino a 86 cm, in coincidenza dell’apparato radicale della fitta vegetazione della Villa (detta anticamente “Flora”) per la realizzazione di un sistema di condotte di drenaggio per il deflusso delle acque bianche e la messa in opera di masselli autobloccanti in CLS al posto delle basole in pietra calcarea o lavica, come da uso tradizionale. L’Associazione ritiene che i lavori siano in contrasto con i principi di tutela del patrimonio storico, artistico e paesaggistico, in area di centro storico e buffer zone di sito Unesco, e che violano le norme vigenti del Codice dei Beni Culturali, oltre alle Linee guida del Piano Paesaggistico regionale e le prescrizioni esecutive delle norme di attuazione del Piano Paesaggistico d’Ambito della provincia di Siracusa, vigente da marzo 2018. L’esposto chiarisce che i materiali adottati e la condotta di deflusso delle acque bianche non risultano previsti nel parere favorevole della competente Soprintendenza ai Beni culturali di Siracusa. Infatti, diversamente dalle indicazioni del parere, il progetto esecutivo approvato con la delibera di G.C. n. 186/2019 ha previsto, in pieno centro storico soggetto a vincolo paesaggistico, l’utilizzo di materiali non congrui e comunque in contrasto con le prescrizioni della Soprintendenza. Italia Nostra Val di Noto chiede l’immediata sospensione dei lavori al fine di evitare gravi danni al patrimonio pubblico, al decoro della Villa comunale e ai suoi secolari Ficus Benjamin, un patrimonio paesaggistico di grande valore

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: