Ieri, al termine di un’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa ed espletata dagli agenti del Commissariato di P.S. di Noto, è stato arrestato, in esecuzione dell’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari, un giovane di 24 anni per il reato di furto aggravato.
Nel mese di maggio scorso, un’anziana donna, mentre si trovava a bordo della propria autovettura, si accorgeva di essere seguita da due giovani in sella ad uno scooter.
Dopo aver parcheggiato il veicolo, la donna veniva raggiunta da uno dei due individui il quale, aperta la portiera lato passeggero, s’impossessava della sua borsa posta sul sedile in maniera così repentina da non consentirle alcuna reazione.
Salito sul ciclomotore, ove l’attendeva il suo complice, il ladro si allontanava velocemente.
Tuttavia, ad un incrocio il ciclomotore provocava un incidente con un altro veicolo.
Uno dei due malviventi fuggiva con lo scooter mentre l’altro fuggiva a piedi con la borsa della donna.
Le informazioni acquisite dagli investigatori consentivano di risalire al responsabile del furto, sottoponendo a perquisizione la sua abitazione dove, nel vano sottoscala, veniva trovato un sottoscocca bianco appartenente allo scooter utilizzato per il furto.
Inoltre, nelle pertinenze dell’abitazione, veniva trovato uno scooter appena verniciato di nero ma con aloni di colore bianco non del tutto ricoperti dalla vernice.
L’acquisizione, infine, di immagini tratte da un impianto di video sorveglianza, installato nel luogo ove erano avvenuti i fatti, non lasciava alcun dubbio sull’identità del giovane il quale, avvalendosi della complicità di un minore, portava a segno il furto. Il giovane, raggiunto in carcere, ove si trova ristretto per altra causa, ha ricevuto la notifica dell’ordinanza.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: