Nella giornata di ieri, agenti del Commissariato di P.S. di Noto, al termine di un’attenta attività investigativa, hanno eseguito un provvedimento di sottoposizione agli arresti domiciliari, con l’applicazione del braccialetto elettronico, disposto dalla Corte di Appello di Catania, nei confronti di un giovane di 25 anni, di Noto.

L’arrestato, conosciuto alle forze di polizia per aver commesso reati contro il patrimonio, benché fosse sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, violando in più occasioni le prescrizioni, perpetrava due furti in danno di altrettanti esercizi commerciali del centro storico netino, mostrandosi refrattario al rispetto della legge e delle misure limitative cui era sottoposto.
Le informative di reato, redatte dagli investigatori del Commissariato netino sui furti consumati , comportavano l’aggravamento della misura dell’obbligo di presentazione in quella degli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico.
Quest’ultima misura è apparsa all’Autorità Giudiziaria competente più congrua per monitorare il giovane e limitarne la libertà di movimento.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: