Per celebrare i vent’anni dalla sua iscrizione nella lista del patrimonio mondiale, culturale e naturale dell’UNESCO, il Comune di Noto, in collaborazione con l’Associazione “Qulture”, bandisce la prima edizione del Premio letterario nazionale “Città di Noto”.

Il Sindaco, Corrado Figura, insieme alla madrina del concorso, la scrittrice norvegese Hanne Ørstavik – nella sua veste di rappresentante dei legami profondi che da sempre hanno avvinto la cultura siciliana a quella del Nord Europa – presenteranno il Premio alla stampa stamane, nella “Sala degli Specchi” del Comune di Noto. Parteciperanno all’incontro anche Michela Rossi, Presidente dell’Associazione “Qulture”, e Antonio Celano, editor e collaboratore di diverse case editrici.
Il territorio della città di Noto – già centro di eccellenza barocca – è posto, di fatto, alla base di un ideale triangolo culturale, quello della Sicilia Sudorientale, storicamente fertile di scrittori e poeti quali Elio Vittorini, Vitaliano Brancati, Salvatore Quasimodo, Gesualdo Bufalino. Valorizzando questa prospettiva, la manifestazione si propone, così, di ricordare e rinnovare la tradizione culturale di questa parte della regione.

Il Premio intende, inoltre, porsi un secondo ambizioso obbiettivo: promuovere e stimolare fra i giovani della Sicilia Orientale una produzione artistica che possa essere in seguito riconosciuta. Un intento certo pedagogico, ma che possa pure offrire opportunità di realizzazione del talento dei giovani siciliani che vivono più lontano dai grandi centri di formazione e del lavoro artistico.
Il premio si articola in due Sezioni: la prima, è aperta alla partecipazione di tutti con l’invio di un racconto inedito ispirato a uno dei due temi – “Paesaggi” e “Cittadinanze” – legati al ventennale UNESCO e alle drammatiche emergenze del nostro tempo.

Corrado Figura corre per sindaco di Noto: sabato l'apertura del Comitato  elettorale | Nuovo Sud

La seconda sezione è invece riservata agli studenti delle scuole superiori di Catania, Messina, Siracusa e Ragusa. Tale Sezione è volta a sviluppare il rapporto creativo con il territorio di appartenenza a partire dal tema: Profumo di Sicilia. I ragazzi potranno partecipare con racconti, poesie, illustrazioni (disegno a matita, acquerelli, pittura, tavoletta grafica e simili) accompagnate da un testo pertinente, oppure cortometraggi della durata massima di quattro minuti, realizzati anche con il cellulare.
Per la selezione delle opere vincitrici il Premio Città di Noto si varrà della collaborazione di giurati di chiara fama e competenza: Daniela Carmosino (Critica letteraria e comparatista), Marisa Fasanella (Scrittrice), Luca Nannipieri (Critico d’arte e scrittore), Giuseppe Lo Castro (Professore associato di Letteratura italiana), Luigi La Rosa (Scrittore, docente di scrittura creativa) Francesco Forlani (Scrittore), Otto Gabos (Artista, narratore, fumettista), Alice Barbieri (Illustratrice), Manuele Moriconi (Fotografo e videomaker).

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: