“Ripristinare urgentemente i fanali che garantiscono l’entrata e l’uscita in sicurezza delle barche”. Luigi Cavarra ha inviato una pec all’Amministrazione comunale e, per conoscenza, alla Capitaneria di porto, per sollecitare la sistemazione delle “luci” posizionate all’imboccatura del porticciolo di Ognina, guaste da almeno due anni. L’ex consigliere di circoscrizione Akradina ha ricevuto numerose segnalazioni da diportisti e residenti. “Si tratta di un problema non di poco conto – dice Cavarra – e che potrebbe acuirsi durante la stagione estiva. La competenza in materia è di Palazzo Vermexio, che dovrebbe ripristinare i segnalamenti luminosi. I diportisti, soprattutto coloro che non conoscono il luoghi, non possono assistere a questo immobilismo e a questa negligenza”. Un problema che a giudizio di Cavarra non deve essere sottovalutato. Per questo ha chiesto “aiuto” anche alla Capitaneria di porto, affinché possa sollecitare il sindaco a intervenire, “cosa che farò anche io – ha sottolineato – essendo impegnato politicamente nella mia città. Per l’ex consigliere di Akradina “occorre intervenire al più presto per evitare possibili tragedie – ha scritto ancora nella mail – perché si tratta di una situazione rischiosa. Sono centinaia i diportisti che, specie durante la bella stagione, intendono raggiungere questo posto stupendo”.

Il problema riguarda anche “isola dei Cani”, a Ortigia dove i fari non funzionano da oltre 15 anni e questo “rappresenta un pericolo per la sicurezza della navigazione – conclude Cavarra – Bisogna ripristinare quanto prima il segnalamento luminoso”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: