Si avvicina il gran debutto del Festival Lirico dei Teatri di Pietra 2022, che, giunto al suo quarto anno di attività, si presenta con una straordinaria edizione incentrata su “Il Risveglio”: una vera e propria “trade unione” tra bellezza, arte e spirito.

Per la serata di inaugurazione, il prossimo 22 Luglio alle 21, l’ente lirico siciliano propone un evento esclusivo presso la magica e unica cornice del Teatro greco di Siracusa: BATTIATO & DALLA TRIBUTE – Opera di contaminazione tra pop e lirica – un viaggio nell’universo musicale e poetico di Franco Battiato e Lucio Dalla.

Il Coro promotore della manifestazione prosegue in questa vera e propria opera di innovazione dedicando il gala di apertura alle sublimi melodie create dai due grandi artisti la cui storia è legata indissolubilmente alla Sicilia e che saranno reinterpretate in una chiave acustica singolare dalle risonanze che fanno eco alla classica, al popolare e al pop grazie alle composizioni di Ruben Micieli e Corrado Neri.

Una ricca maratona musicale quella che si vivrà tra le millenarie rocce aretusee con una programma incentrato sulla produzione musicale più nota, ma anche più intima e spirituale di Battiato e Dalla: Prospettiva Nevskij, Segnali di Vita, L’animale, Strade parallele, Testamento, Povera patria, L’ombra della luce, L’era del cinghiale bianco, Stranizza d’amuri, Bandiera bianca, Cucurucu, La Cura, Centro di gravità permanente, Voglio vederti danzare saranno i brani per omaggiare l’arte mistica e universale del celebre cantautore etneo; 4/3/1943, Canzone, Anna e Marco, Caruso, Attenti al Lupo, Piazza grande, L’anno che verrà, Com’è profondo il mare, Futura, Tu non mi basti mai saranno, invece, le colonne sonore con cui il genio Dalla ha impresso la sua memoria nell’eterna storia della canzone.

Il Festival continuerà sempre nella cavea del Teatro aretuseo il 23 Luglio con il Gran gala di Danza a cura del Balletto di Milano “Carla Fracci Memorial”, il 31 Luglio con un omaggio al soprano Renata Tebaldi, alla sua sublime voce, allo stupore del canto, alla suggestione del Melodramma attraverso i “principi” dell’opera, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini, che hanno sempre decantato l’amore e la bellezza e il 6 Agosto con “Carmen”, il sanguigno e popolarissimo dramma di Georges Bizet, per la prima volta al Teatro greco di Siracusa.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: