Pachino, arrestato un trentottenne per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio

A seguito di una celere operazione di polizia giudiziaria, nella giornata di ieri, gli Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di Polizia Stato di Pachino, hanno arrestato in flagranza di reato Maurizio Tuzza, classe 1977 di Pachino, già noto alle forze di polizia, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di eroina e violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale di PS con obbligo di soggiorno cui è sottoposto. Alle ore 10 e 30 di ieri, gli Agenti del Commissariato di Pachino si sono recati presso l’abitazione di un noto pregiudicato, attualmente sottoposto all’obbligo di dimora, ai fini della rituale notifica di un atto. Durante la permanenza presso quella casa, gli operatori della Polizia hanno udito bussare insistentemente alla porta e vista la ritrosia del padrone ad aprire, hanno verificaro che il visitatore altro non era che Tuzza, soggetto abitualmente dedito a traffici delittuosi, con una serie innumerevole di condanne, arresti e denunce per reati inerenti lo spaccio di stupefacenti. Manifestando il Tuzza evidenti segni di nervosismo, è stato subito perquisito sul posto e trovato in possesso di un involucro avvolto con nastro adesivo contenente 6,25 grammi di eroina oltre a del denaro contante. Pertanto, gli investigatori hanno proceduto, altresì, ad una perquisizione presso l’abitazione del Tuzza che ha consentito di rinvenire e sequestrare un bilancino di precisione, del nastro adesivo dello stesso genere di quello utilizzato per il confezionamento della droga ed altre banconote da 10 e 20 euro per un totale di quasi 200 euro. Il Tuzza è stato tratto in arresto e posto ai domiciliari per la detenzione finalizzata allo spaccio dell’eroina e per inosservanza alla misura della sorveglianza speciale di PS con obbligo di soggiorno.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: