Carenza idrica nel centro storico di Pachino e nel borgo marinaro di Marzamemi. Da due settimane i rubinetti degli isolati attorno a piazza Vittorio Emanuele sono rimasti a “secco”. Era da diversi anni che non si presentavano problemi di carenza idrica nelle abitazioni della zona più alta della città. Non siamo ancora in piena estate, ma la popolazione di Pachino è inferocita perché costretta a comprare l’acqua dai privati. Stesso discorso vale per il borgo marinaro di Marzamemi, dove i rubinetti sono all’asciutto. Nessuna risposta, arriva però, dal Comune, che non dice apertamente perché l’acqua non arriva alle vasche. Siamo sul campo delle ipotesi, ma l’approvvigionamento che in passato arrivava dal Tellaro è nuovamente in tilt. O forse il disservizio potrebbe essere causato da un guasto alle pompe di sollevamento. Così i cittadini sono costretti a rivolgersi alle autobotti private, senza però avere garanzie sull’uso domestico del prodotto. Per quanto riguarda l’acqua nelle zone balneari, vedi Granelli, è da più di due anni che non sgorga acqua dai rubinetti. Anche lì il servizio è in mano ai privati. Problemi idrici sono stati riscontrati durante questo weekend anche nella frazione marinara. Ristoranti, bar e pub sono rimasti senza acqua e hanno dovuto ricorrere all’acqua delle autobotti, in un via vai interminabile sino a notte fonda. Ma non ci sarebbero guasti a Marzamemi: solo eccessivo consumo degli esercizi pubblici dovuto ad una massiccia presenza di turisti.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: