“È stato pubblicato, curato dal Ministero della Cultura, il Decreto relativo agli interventi di restauro delle chiese del patrimonio del Fondo Edifici di Culto ( FEC)e di adeguamento e messa in sicurezza sismica dei luoghi di Culto”. Lo comunica l’ex parlamentare regionale, Vincenzo Vinciullo.

“Nel prendere atto, con piacere – ha aggiunto Vinciullo -che numerose Chiese della provincia di Siracusa, sia della Arcidiocesi di Siracusa quanto della Diocesi di Noto, sono state inserite, stupisce, e anche
molto, che fra queste chiese non sia compresa quella di San Paolo Apostolo in Palazzolo Acreide che necessita di Interventi urgenti non più rinviabili e che era dotata di una serie di elementi che dimostravano la necessità di un intervento di consolidamento e messa in sicurezza”.
“È chiaro – ha proseguito Vinciullo -che la Soprintendenza di Siracusa ha commesso un errore gravissimo ed imperdonabile, non tenendo conto dello stato di sofferenza dell’edificio e della richiesta dell’Ufficio diocesano che aveva, correttamente, avanzato una serie di richieste modulate sulla effettiva necessità di interventi mirati, così come disposto dal Ministero”.
“Faccio appello – ha continuato Vinciullo – al Ministro della Cultura affinché si possa riparare a questo errore/torto evidentissimo, in modo che anche la chiesa di San Paolo possa essere inserita fra quelle finanziate a valere sui fondi del PNRR”.

Siracusa, attacchi sessisti alla Cannata. Vinciullo replica: "fa la  vittima, storia priva di fondamento" - Siracusa News

“Ho già chiesto un incontro al Sottosegretario alla Cultura affinché, dopo aver accertato eventuali responsabilità, si possa trovare una soluzione positiva al grave danno che tutta la comunità palazzolese ha subito, anche, nell’eventualità, utilizzando le economie derivanti dai ribassi d’asta che si creeranno dopo l’aggiudicazione dei lavori delle chiese finanziate in provincia di Siracusa per evitare di subire oltre al danno anche la beffa. Vigilerò – ha concluso Vinciullo – con la dovuta attenzione per evitare questo ulteriore scippo alla nostra provincia”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: