Antonio De Curtis, in arte Totò, Principe della risata, aveva un particolare rapporto con la Sicilia: Anna Clemente, mamma del mitico attore, era siciliana, precisamente di Palermo. Anche ciò contribuì ad aumentare il legame del comico con la nostra Isola.

Totò ha sempre avuto un particolare trasporto nei confronti degli attori e agli autori siciliani, interpretando Luigi Pirandello al cinema in due film, il famosissimo “Questa è la vita” (con l’episodio “La patente” tratto dalla novella omonima). Pirandello scrisse un testo attualissimo, su come l’ignoranza e la stupida superstizione possano mandare “gambe all’aria” l’esistenza di una Famiglia, Totò (ma anche tutto il resto del cast) ci regala un interpretazione profonda, un documento da far vedere nelle Scuole.

Sabato 15 ottobre 2022, ore 19.00, il Palazzo Riso di Palermo ospiterà “Totò in Sicilia – Totò partenopeo e parte siciliano”, uno spettacolo con protagonista storie e sketch del comico napoletano ma che riguardano soprattutto la Sicilia, a cominciare dalla palermitana Anna Clemente, mamma de comico napoletano. Protagonisti saranno Elena Anticoli De Curtis, nipote dell’attore (figlia di Liliana De Curtis), Ottavio BuonomoGianfranco Ponte e Leda Scuderi.

Franco Franchi e Totò

Argomento dello spettacolo saranno anche alcuni film, come “San Giovanni Decollato” del 1940 dell’autore Nino Martoglio, in cui Totò è stato protagonista, alla sua terza prova cinematografica. Uno dei più grandi attori siciliani, Franco Franchi, è stato ammiratore dell’artista partenopeo; lo ha affiancato in “Capriccio all’italiana”, ultimo film di Totò con l’episodio “Cosa sono le nuvole” per la regia di Pier Paolo Pasolini. Nel film con Franchi c’era Ciccio Ingrassia. E l’ultimo spettacolo teatrale di Totò è stato proprio a Palermo, quando improvvisamente divenne semicieco e recitò per il resto della sua vita solo al cinema.

In video Massimo Benenato, figlio di Franco Franchi, parlerà del rapporto tra Franchi ed il comico napoletano che piaceva anche a Charlie Chaplin. Un artista che è stato rivalutato da tantissimi critici, autori, scrittori, tra questi Ennio Bispuri, presente in video. Quest’ultimo ha dedicato libri di successo al comico come “Totò attore” e “Totò kolossal”.

Un progetto per Totò

Con lo spettacolo “Totò in Sicilia” si va a consolidare il connubio artistico tra gli attori Ottavio Buonomo e Gianfranco Ponte, i quali sono ammiratori del principe della risata. I due, negli anni, si sono distinti per aver rappresentato e portato alto il nome del Principe Antonio De Curtis attraverso vari mezzi.

Ad Antonio De Curtis, Ottavio Buonomo ha dedicato l’album “Totò, una via nel mio nome” e diversi spettacoli teatrali; mentre Gianfranco Ponte ha ideato il gruppo fb “I seguaci del Principe Totò – official group”. Ponte ha anche scritto un libro con 50 interviste a personaggi dello spettacolo che parlano del loro rapporto o del loro amore per l’artista. Tra questi artisti del calibro di Enrico Montesano, Giancarlo Governi, Pippo Baudo, Vittorio Marsiglia, Bud Spender, Franca Valeri, Massimo Boldi, Renzo Arbore, Corrado Taranto, Lino Banfi ed anche Ottavio Buonomo. In “Totò in Sicilia” saranno interpretate canzoni di successo del Principe; tra queste “Malafemmena” ed altre come “Carmè Carmè” e “Filomè” che il mitico attore napoletano scrisse per Nino Taranto.

Lo spettacolo è una produzione de Il Teatro di Ottavio, una realtà fondata dall’attore e regista Ottavio Buonomo, con il patrocinio della Regione Siciliana, Assessorato dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana e del Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: