Pallamano femminile, debutto a Teramo per l’Aretusa

Domani scatterà la stagione di Serie A2 femminile e per la Pallamano Aretusa l’esordio avverrà a Teramo. Proprio come nove mesi fa (il campionato scattò a gennaio per via degli stop Covid) quando nello stesso girone D le due formazioni si affrontarono alla prima giornata. Fischio d’inizio alle 15 in Abruzzo. Le ragazze di Antonio Costa sono pronte all’esordio, la squadra è pressoché identica (mancherà di fatto solo la Ceklic che ha appeso le scarpe al chiodo) e il motivo per riprovare la scalata verso i play off c’è tutto: “Siamo pronte, abbiamo lavorato tanto – ha detto Iulia Faig, capocannoniere dello scorso campionato – e non vediamo l’ora di tornare in campo. E’ curioso ricominciare da Teramo come lo scorso anno ma poco importa, ogni avversaria dovrà essere affrontata con la stessa determinazione se vorremo raggiungere il nostro obiettivo. Ci fidiamo molto del nostro tecnico e siamo cariche. Lavoriamo da due mesi per farci trovare pronte e speriamo di partire con il piede giusto”.La squadra partirà – tempo ed emergenza permettendo – domani mattina alla volta di Roma, da dove poi ci si sposterà verso Teramo (la squadra maschile di Serie B, invece, non scenderà in campo oggi pomeriggio per la seconda giornata di campionato, visto il rinvio del match contro lo Scicli, gara che verrà recuperata il prossimo 24 novembre).”Affronteremo la squadra candidata numero 1 a vincere il girone – ha aggiunto il tecnico Antonio Costa – ma questo non ci spaventa. Teramo poteva tranquillamente essere già in A1 ma noi ci arriveremo bene da un punto di vista atletico perché abbiamo lavorato tanto in questi due mesi. Abbiamo svolto diversi test, l’ultimo in settimana con l’Under 15 e sono fiducioso del fatto che la nostra forza consiste nel fatto che l’Aretusa è un gruppo unito, che si conosce già e che nelle difficoltà si compatta. Andremo per fare la nostra prestazione, insomma, e mi piacerebbe che alla fine si giudicasse non solo il risultato ma proprio la gara complessiva”. “Fisicamente e psicologicamente arriviamo bene – ha concluso il ds Salvo Signorelli – sappiamo che Teramo è la favorita anche perché si è rafforzata rispetto allo scorso anno. Per noi sarà una partenza un po’ ad handicap ma è normale che sia così perché l’esordio nasconde sempre qualche incognita”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: