“Soddisfatti del risultato ottenuto nella Youth League Under 20 ma subito concentrati verso nuovi obiettivi”. La Pallamano Aretusa scioglie il silenzio stampa che era stato attuato in occasione della tregiorni nazionale al Pala Lo Bello (impianto che diverrà d’ora in avanti la sede di tutti gli incontri casalinghi per qualsiasi campionato, come annunciato dalla società poche ore fa) della Cittadella dello Sport e tramite il presidente Placido Villari e il vice Giovanni Santoro, torna a focalizzare l’attenzione sul percorso delle formazioni protagoniste nei rispettivi campionati. “A cominciare dall’Under 20 che si è ben comportata nel concentramento del Pala Lo Bello e di questo non possiamo che ringraziare il mister Andrea Izzi in primis – aggiungono Villari e Santoro – e poi tutti i ragazzi che sono scesi in campo. L’unico rammarico è stata l’assenza di pubblico: la speranza è che si possa trovare una soluzione nell’immediato futuro in quanto l’Aretusa, interpretando anche la volontà di tante altre società che usufruiscono di questi impianti, vorrebbe permettere ai propri atleti di poter scendere in campo con il sostegno del proprio pubblico, le famiglie e le persone più care. Un discorso che vale ovviamente non solo per l’Under 20 ma anche per la squadra di Serie B che tornerà in campo domenica contro lo Scicli, per la Serie A2 femminile che riceverà sabato il Fondi e per tutte le Under chiamate in causa nelle prossime settimane quando, si spera, dovrebbero ripartire i campionati giovanili”.

Questo il pensiero della società, al quale si è aggiunto quello del tecnico Andrea Izzi, protagonista appunto con l’Under 20 nella Youth League dello scorso fine settimana: “Sono estremamente soddisfatto di come sia andata questa tregiorni, perché i ragazzi si erano preparati fortemente per non fallire questo impegno casalingo e sono arrivate due vittorie contro squadre che sicuramente presentano delle caratteristiche importanti vista l’età e l’esperienza maggiore rispetto alla nostra squadra, anche perché parliamo di avversari che militano anche in A1 e A2, mentre noi disputiamo la Serie B. Sul campo siamo stati in grado di sciorinare una bellissima pallamano. Soprattutto i primi 20 minuti contro Conversano sono stati di altissima qualità”.

“Il mio obiettivo e quello della società – ha aggiunto il tecnico – era quello di permettere ai nostri atleti, tramite la Youth League Under 20, di fare minutaggio ed esperienza, tramite il confronto con squadre più forti. Non avremmo mai pensato di arrivare dopo due fasi del concentramento, al secondo posto, perdendo solo contro Lanzara e sovvertendo i pronostici. Se però ci troviamo al secondo posto è per merito nostro e a questo punto ci giocheremo le nostre chance nelle successive fasi contro le squadre del girone C. Questa Youth League è una vetrina importante per i ragazzi e un risultato positivo rappresenta per loro un ulteriore salto di qualità”.  

Il tecnico Izzi, infine, evidenzia anche gli obiettivi futuri non tralasciando la questione impianti: “Questi successi hanno generato nuovo entusiasmo ed autostima per gli obiettivi futuri immediati come la Serie B e l’impegno del 12 febbraio contro l’Alcamo in casa, crocevia della stagione ma anche l’evento successivo, quello del 19 febbraio con la Coppa Sicilia a Palermo. Dovremo inoltre prepararci al meglio per i prossimi due concentramenti di Under 20 Youth League, non dimenticandoci che a febbraio ci saranno gli impegni infrasettimanali dell’Under 17. L’unico rammarico forte di questi due giorni è stata la mancanza di pubblico in quanto lo spettacolo a cui si è assistito avrebbe meritato un palcoscenico diverso. Spero personalmente che si possa trovare una soluzione nell’immediato perché fare sport senza pubblico non è sport”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: