Pallanuoto, domani l’Ortigia gioca a Roma

Archiviata la difficile partita di Euro Cup contro i greci del Vouliagmeni, l’Ortigia si prepara a partire alla volta di Roma, dove domani pomeriggio (alle ore 14.30), affronterà i padroni di casa della Roma Nuoto, quinti in classifica a cinque punti dalla vetta. Un match non semplice per gli uomini di Piccardo che si troveranno davanti un avversario in buona condizione e con il giusto mix tra giocatori esperti e giovani talentuosi. L’Ortigia proverà pertanto a lasciarsi alle spalle le fatiche di coppa e a rituffarsi in campionato per vincere ancora e continuare la striscia positiva che la vede in testa insieme a Recco e Brescia.

L’allenatore biancoverde Stefano Piccardo, ci presenta la gara di domani: “La Roma è una squadra molto veloce e giovane – spiega – con due ottimi giocatori sul perimetro e due centri di buon livello, come Spione e La Penna, forse una delle migliori coppie di A1, oltre a un portiere, De Michelis, molto bravo, che a mio avviso sarà il futuro dell’Italia insieme a Nicosia. Bisognerà attaccare bene la loro zona M e la profondità e gestire la palla per tutti i venti secondi durante il possesso d’attacco, per poi prepararsi ad una buona difesa”.

Contro il Vouliagmeni l’Ortigia ha commesso qualche errore di troppo in fase difensiva, ma la squadra ha già analizzato e compreso dove si è sbagliato: “In coppa abbiamo fatto 4 errori importanti – afferma il tecnico dell’Ortigia – e li abbiamo puntualmente pagati con 4 reti subite. Roma è una squadra che, per il suo modo di giocare, ti porta spesso all’errore. Dobbiamo fare tesoro proprio di quello che abbiamo fatto contro il Vouliagmeni”.

Piccardo non teme la stanchezza: “La stanchezza è inevitabile, ma è fatica fisica che vale per tutti quanti. Io credo che la fatica sia come un virus, se si espande e tutti ne parlano arriva, altrimenti, se si è lavorato bene, si può continuare anche a essere performanti. Certo, è fisiologico che non si possa essere perfetti sempre, però quattro tempi li reggiamo bene e lo abbiamo dimostrato”.

In questa vigilia parla anche il centroboa biancoverde Christian Napolitano: “A Roma non sarà facile – dichiara – perché loro ci aspettano con il coltello tra i denti, come è normale che sia, visto che siamo la capolista insieme alle due big e abbiamo fatto quattro vittorie su quattro partite. Andremo là a combattere fino alla fine. Loro sono una squadra giovane, forte, con due-tre giocatori di esperienza e poi tanti Under 20 bravi, nazionali di categoria, come ad esempio Spione, per citarne uno”.

Nemmeno per il centroboa dell’Ortigia, la stanchezza può essere considerata un problema: “Lavoriamo sempre duramente – conclude Napolitano – e siamo pronti ad affrontare qualsiasi partita grazie alla preparazione che abbiamo svolto. Non sottovalutiamo nessuno ma allo stesso modo non temiamo nessuno, andiamo a giocarcela sempre e a combattere, lo faremo anche con le prime due, perché ormai è questo il nostro livello. Vediamo come si evolve la stagione, il campionato  è lungo, ci sono tante partite ravvicinate ed è già da un po’ che giochiamo ogni mercoledì e sabato. La stanchezza c’è ma non conta, perché ogni partita è una battaglia che dobbiamo provare a vincere”.

Condividi

Lascia un commento

Nome
Email
Sito web