Pallanuoto. Vigilia del primo match di Euro Cup per l’Ortigia, Tempesti: “Turno insidioso”

Un anno e mezzo dopo quella magica sera di Catania quando, battendo l’Oradea, guadagnava l’accesso alla prima finale della sua storia (a livello maschile) in una competizione europea di primo piano, l’Ortigia si rituffa in Euro Cup. I biancoverdi scenderanno in acqua domani, alle ore 17.00, alla piscina “Paolo Caldarella”, contro i greci del Peristeriou. Per l’Ortigia, dunque, dopo il primo turno di Coppa Italia, con la conquista del pass per la Final Eight, è il momento dell’esordio stagionale in Europa, con l’obiettivo di provare ad arrivare più avanti possibile, nella speranza di poter finalmente giocare quella finale che il Covid, nel 2020, ha cancellato. Intanto, però, c’è da pensare a questo primo turno che, oltre ai greci, vedrà Napolitano e compagni sfidare i francesi dello Strasburgo e i tedeschi del Ludwigsburg. Le prime due classificate staccheranno il biglietto per il secondo turno (che si giocherà già nel prossimo weekend, sede ancora da definire). Tutte le partite del girone saranno trasmesse in diretta streaming sulla pagina Facebook dell’Ortigia.
Alla vigilia del match, il portiere e vice-capitano dell’Ortigia, Stefano Tempesti, parla delle condizioni della squadra:
“Stiamo molto bene, siamo preparati, abbiamo fatto tutto quello che era giusto fare per arrivare pronti a questo appuntamento. Ora starà a noi riuscire a interpretare al meglio le partite ma, dal punto di vista della preparazione e
dell’attitudine, siamo senza dubbio pronti. Lo sono io a livello personale e lo è la squadra”.
Il numero uno biancoverde parla poi degli avversari che contenderanno la qualificazione all’Ortigia: “Affronteremo tre
formazioni di livello, soprattutto in questo momento dell’anno, dove c’è poco rodaggio e meno abitudine a giocare
insieme. Tutte le partite nascondono delle grandi insidie. Nello specifico, le prime due che affronteremo hanno giocatori di assoluto rilievo, a partire dai greci, e quindi andremo passo dopo passo. Ora pensiamo al Peristeriou che
incontreremo domani, poi analizzeremo le partite delle altre rivali, anche in base ai risultati che faranno. Ad ogni
modo, questo turno è insidioso perché è l’esordio stagionale in Euro Cup e perché giochiamo in casa, cosa che, da una
parte, sicuramente è un vantaggio, ma dall’altra, se il fattore campo non lo sai sfruttare a dovere, ti si può anche
ritorcere contro”.

In questa tre giorni europea, Tempesti conta di rivedere quanto di buono già mostrato in Coppa Italia dalla squadra e
anche qualche miglioramento su alcuni aspetti del gioco: “Mi aspetto una maggiore lucidità in attacco, soprattutto
rispetto alla partita con il Telimar, dove abbiamo peccato lì davanti, e poi concretezza e solidità in difesa, che
rappresentano il nostro punto di forza. Inoltre, dovremo avere una tenuta mentale che duri tutti e quattro i tempi,
garantendoci di non avere mai dei cali. Sia che partiamo in vantaggio, sia in svantaggio, la nostra tenuta mentale deve
essere sempre alta e crescere di partita in partita”.
Come ogni inizio di stagione, da quando è all’Ortigia, il leggendario portiere toscano stabilisce con serenità e con il
sorriso gli obiettivi ai quali deve aspirare la sua squadra: “Anche quest’anno puntiamo a fare la finale scudetto con il
Brescia o con la Pro Recco. Siamo consapevoli dei nostri mezzi, ma il nostro obiettivo è sempre quello di arrivare in
fondo in Coppa Italia, Euro Cup e campionato. Solo con una mentalità vincente di questo tipo si riesce a crescere”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: