Pallavolo Under 17, l’Eurialo Siracusa stecca contro l’Augusta e perde in 4 set

L’emozione iniziale di tornare a calcare il parquet per una gara ufficiale dopo 14 mesi, ma anche la delusione finale per un risultato penalizzante. In mezzo una lunga sospensione per un device “capriccioso”. Il debutto stagionale dell’Eurialo Siracusa nel campionato under 17 di pallavolo femminile, non è stato certamente noioso. Al PalaLobello (in tribuna anche il neopresidente Fabio Cardella), ieri sera, è successo un po’ di tutto. La squadra verdeblù è stata superata in casa dalla Pallavolo Augusta per 3-1 al termine di una gara durata oltre 150 minuti, pausa fuori programma compresa. Ad incidere sulla lunghezza del match anche un primo set combattuto e deciso solo ai vantaggi (29-27 per le ospiti) con le locali costrette a recriminare per aver concesso la rimonta alle avversarie dopo un buon avvio. Sempre in vantaggio, anche di sei punti (10-4), le ragazze di coach Salvatore Drago allentano la presa e l’Augusta ne approfitta per impattare sul 14-14 per poi “mettere la freccia” fino al 17-14. L’Eurialo reagisce, pareggia e il parziale si trascina punto a punto fino alla fine. Un braccio di ferro che si conclude a favore delle ospiti dopo che le padrone di casa sprecano una palla set sul 24-23.

Le verdeblù stentano a rialzarsi e le avversarie ne approfittano, comandando comodamente il secondo set almeno fino al 20-11, quando una reazione d’orgoglio (ma tardiva) delle locali riporta sui binari dell’equilibrio il match. L’Augusta però riesce a gestire fino alla fine un vantaggio che diventa sempre più sottile, conducendo in porto il set con il punteggio di 25-23. L’Eurialo non molla e, al ritorno in campo, gioca con qualità e determinazione, mantenendo sempre a distanza le avversarie. Sul 23-12 ad andare ko è il tablet della giuria, la cui funzione è necessaria per la raccolta e l’aggiornamento dati del match che, così, viene interrotto per più di mezz’ora, con le due squadre che ne approfittano per rifiatare. Risolto il problema, Cantalanotte e compagne completano l’opera, realizzando i due punti che mancavano per la vittoria del set, ma nel quarto (forse anche a causa di una pausa che aveva interrotto il ritmo) non riescono a tenere botta ad un avversario che non vuole correre il rischio del tie-break. L’Augusta gioca meglio e chiude sul 25-9.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: