Porte girevoli in Parlamento a conclusione delle elezioni Politiche 2022. Saranno in tanti, nella prossima legislatura, a non fare ritorno tra i banchi dell’emiciclo per i risultati mancati in cabina elettorale.

A fare rumore, tra le tante sconfitte “eccellenti”, vi è quella dell’attuale ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Il dissidente ex Movimento 5 Stelle e rappresentante del partito Impegno Civico è stato infatti battuto “in casa” nel collegio di Napoli Fuorigrotta per mano di Sergio Costa, attuale ministro dell’Ambiente e, come Di Maio, ex del M5S.

Parlamento, fuori anche la siciliana Azzolina

Destinati a rimanere fuori anche l’ex pentastellata siracusana Lucia Azzolina, ministro dell’Istruzione sotto il Governo Conte II. Non siederà in Parlamento nemmeno Vittorio Sgarbi.

L’ex assessore ai Beni culturali e all’identità siciliana è stato infatti superato a Bologna da Pierferdinando Casini.

Fuori anche l’economista Carlo Cottarelli, superato a Cremona da Daniela Santanché.

Elezioni, eletti Berlusconi e Lotito

Torna invece in carreggiata l’ex premier Silvio Berlusconi, che conquista un posto in Senato. Il presidente di Forza Italia ha vinto nel collegio uninominale di Monza con il 50,31%. Possibile ritorno a Palazzo Madama anche per Elisabetta Casellati, presidente uscente dell’Aula.

Sorride anche Claudio Lotito. Il presidente della Lazio è stato eletto senatore in Molise, vincendo la sfida nel collegio uninominale dove era candidato per il Centrodestra.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: