Il Ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, ha affrontato il delicato tema relativo alla costruzione del Ponte sullo Stretto durante una lunga diretta sulla propria pagina Facebook.

“Ho questa ambizione, sono abituato a mantenere gli impegni che prendo con il prossimo – le parole di Salvini – Nel programma della Lega è presente il collegamento tra la Sicilia e la Calabria, nel programma del centrodestra che ha vinto le elezioni c’è il collegamento stabile tra Sicilia e Calabria. È vero che se ne parla da 50 anni. Le prime idee sono degli anni 60. Si parla del Ponte di Messina che a parole è già costato 300 milioni di euro”.

“Lavorerò come un testone – ha aggiunto il Ministro – con ingegneri, tecnici, imprenditori, docenti universitari, con operai, per realizzare i collegamenti tra Italia ed Europa, perché il Ponte di Messina non è soltanto il collegamento tra Messina e Reggio Calabria”.

Salvini ha continuato a fornire dettagli sul progetto, rispondendo anche alle domande degli utenti collegati: “Sarà l’opera più green ed ecocompatibile delle ultime opere fatte, perché toglierà inquinamento dall’aria e dall’acqua: scarichi nel Canale di Sicilia ed emissioni di CO2 nell’aria, togliendo tutti i camion, i tir, i traghetti che attraversano quei 3 km. Quindi, assolutamente sì al Ponte sullo Stretto”.

“Prima di fare il ponte facciamo le strade della Sicilia, facciamo il binario doppio della ferrovia. Che sulla Catania-Palermo si vanno ad allenare i motociclisti della Parigi-Dakar”. Così Fiorello nella diretta giornaliera su Facebook in cui si sta ‘allenando’ per il ritorno in RAI con Viva Rai2.

Ebbene, secondo lo showman siciliano, con la costruzione del Ponte se “da Reggio Calabria a Messina ci metti tre minuti, poi per arrivare da Messina a Palermo ci metti tre ore”.

Per non parlare della Catania – Palermo: “Provate a farla. Io vi posso dire che i motociclisti della Palermo – Dakar si allenano” su questo tratto autostradale. “Quando parti da Catania a Palermo – ha proseguito Fiorello con la sua solita ironia pungente – ci sono persino gli psicologi che ti dicono ‘piano piano lei arriverà’”.

Per lo showman siciliano, quindi, “prima di fare il ponte, facciamo le strade della Sicilia”. Tra l’altro, “il binario doppio non c’è. Se ci sono due treni, uno si deve fermare perché deve passare l’altro”. Infine, l’appello a Salvini: “Prima di pensare al ponte, pensiamo alle strade”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: