Noto ha ospitato un evento particolarmente importante, molto seguito dal pubblico e dagli studenti, alla presenza del Sindaco, Corrado Figura.

Nella Sala delle Feste del prestigioso Palazzo Nicolaci, si è tenuta la cerimonia di premiazione dei vincitori del Premio letterario nazionale “Città di Noto”, in collaborazione con la Tenuta Olive Alive e l’Associazione Qulture. 

La cerimonia è stata arricchita da interventi di altissimo livello, a partire da Otto Gabos, noto illustratore, scrittore e artista nonché membro della Giuria, che è stato in collegamento da Bologna; poi è stata la volta di Luca Nannipieri, scrittore e critico d’arte di fama internazionale che era presente e che ha parlato del suo ultimo romanzo “Candore immortale”, appena pubblicato da Rizzoli, dedicato a Canova e Napoleone; mentre la madrina del Premio, la pluripremiata scrittrice norvegese Hanne Ørstavik, ha letto il suo toccante romanzo autobiografico “Ti amo”.

L’incontro è stato a cura di Antonio Celano, editor e direttore di collana per l’Associazione Qulture, con l’organizzazione di Italo Persegani della Tenuta Olive Alive che ha ospitato gli ospiti facendogli conoscere le bellezze nascoste della città, patrimonio Unesco.

Questa prima edizione del premio “Città di Noto” è nata, appunto, per celebrare il 20° anniversario dell’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO del tardo barocco del Val di Noto. 

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: