Ad aggiudicarsi il premio Tonino Accolla, per questa edizione 2024, sono stati Francesco GerbinoCamilla Ferrara. I due candidati, rispettivamente A&F Dubbing e Voice Art Dubbing, sono stati votati dalla giuria tecnica composta da attori/doppiatori che hanno espresso le loro preferenze dopo avere valutato le prove al leggio nei vari anelli di doppiaggio proposti dai candidati. La giuria tecnica presieduta da Rodolfo Bianchi – attore, doppiatore, direttore di doppiaggio e dialoghista italiano – era composta da Flavio Aquilone, Valentina Favazza, Erica Necci, Yuri Bedini, Lorenzo Accolla, Emanuela Rossi, Monica Simonetti e Lucia Sardo.

Al voto della giuria dei professionisti si è aggiunto quello della giuria dei giornalisti, presieduta da Marco Eugenio Di Giandomenico – scrittore, critico e curatore artistico – che ha assegnato il Premio Stampa a Francesco Gerbino.

Ha ricevuto il Premio d’eccellenza alla carriera, Rodolfo Bianchi.

Due serate, presentate da Maurizio Merluzzo e Vanessa Galipoli, all’insegna della musica, sabato e domenica, con diversi focus su personaggi del cinema, interviste e premiazioni che hanno tenuto vivo e partecipe il pubblico, numerosissimo, di piazza Minerva.

Tra gli ospiti di eccellenza, in collegamento, il regista Pupi Avati chiamato ad intervenire sull’istituzione – prevista per la prossima edizione – del Premio Promozione Cinema dedicato ad Adriano Pintaldi.

“ Ho come un senso di colpa per non essere lì con voi – ha esordito Pupi Avati, visibilmente commosso – a celebrare la memoria di un grande comunicatore come Adriano Pintaldi. Un amico, un professionista, un uomo che manca al Cinema, a tutti noi. Grazie per questo invito e al lavoro che fate per i giovani che intraprendono l’arte del doppiaggio”.

Tra gli ospiti, Antonino Martorana, musicista non vedente che ha eseguito brani di sua composizione meritandosi gli applausi calorosi del pubblico. Ad elettrizzare tutti i partecipanti della seconda serata, la travolgente musica di Walter Ricci con il suo trascinante swing versione napoletana. A presentare Ricci un crooner di gran classe come Giuseppe Mandalari.

Il Premio Tonino Accolla nasce nel 2014 da un’idea di Stefania Altavilla – direttrice artistica del Premio e presidente dell’associazione Arca – e da Giuseppe Mandalari con la collaborazione iniziale di Ambi Picture e Fonoroma.

Partecipe nella produzione e della realizzazione della manifestazione, Lorenzo Accolla, figlio di Tonino al quale, tra altro è stato dedicato un lungo momento di contributi video dove l’attore/doppiatore siracusano si racconta e racconta la sua eccellente carriera nel mondo del Cinema. Eredità ripresa da Lorenzo che oggi è doppiatore e direttore di doppiaggio.

Ad oggi tutti i vincitori delle passate edizioni del Premio lavorano in studi di doppiaggio; tra questi Antonino Saccone, premiato nel 2016, ospite della seconda serata, nella quale si è esibito in un emozionante doppiaggio live.  Saccone è oggi tra i più quotati doppiatori professionisti italiani.

Ha presentato il suo “Film senza Immagini”, Alex Poli – speaker ufficiale di Rete 4 e voce di RTL 102,5 da 22 anni.  Un film senza immagini, appunto, ha spiegato l’autore, come un audio/libro,  anzi l’evoluzione dell’audio/libro per ricreare le stesse emozioni seguendo non le immagini ma la propria immaginazione.

Ha divertito e ricevuto applausi per la sua verve sempre da appassionata donna di spettacolo, grande attrice e Maestra di Cinema, Lucia Sardo: tra i componenti della giuria tecnica, ma anche performer con il conduttore Maurizio Merluzzo – insieme a Vanessa Galipoli – di un anello improvvisato di doppiaggio, che anche se “mal riuscito” – il commento ironico –  ha divertito  e scatenato applausi di affetto e simpatia nei riguardi dell’attrice siciliana.  Lucia Sardo, per lei “un anno magico – questo che ci racconta brevemente, poco prima che inizi la seconda serata del Premio – due film appena usciti, e una serie girata in America che è stata per me un’esperienza unica ed entusiasmante”. Il film, “L’acqua fresca”, girato a Catania, di Marianna Sciveres, con Jonathan Cake dove Lucia Sardo è coprodagonista, e ancora ad Hollywood con una produzione per una serie di otto puntate insieme a Zoe Saldana, “From Scratch” .   E sulla vita di Rosa Balistreri, Lucia Sardo ha appena finito di girare un film per le sale cinematografiche, dove interpreterà la cantante nella sua ultima parte di vita; al film, come tutor, ha partecipato anche Carmen Consoli.  Insomma, instancabile Lucia Sardo, voluta da grandi registi in grandi produzioni:

“ se devo dire – afferma Lucia Sardo –  sono stanca ma felice per una carriera, la mia, che mi riserva ancora grandi soddisfazioni. Sono miracoli che la vita ci regala, e io li accolgo con grande felicità e gratitudine”.

Euro Med Festival Tonino Accolla  si conclude stasera ( lunedi 1 luglio) a Noto, Palazzo Nicolaci,  con il Primo Forum Internazionale Intelligenza Artificiale. Il workshop affronterà le tematiche legate all’abbattimento delle barriere degli audiolesi e ipovedenti nel Cinema e nel Doppiaggio; sarà aperto al pubblico, curato da Stefania Altavilla per l’associazione Arca e da Santi Tomaselli per il Centro Studi Economia Internazionale ai Fondi Europei. Interverranno, il sindaco di Noto, Corrado Figura insieme ai vari partner che quest’anno sono stati partecipi dell’intero progetto legato al Premio Tonino Accolla: Toni Loffreda, Gruppo Interparlamentare canadese Fondo Monetario Internazionale; Hart Aubrey Massey, docente Toronto Film School con Darrel Wayne Moen; Michele Vincenti, vice rettore University Canada  West; Ernesto Nudo, Geo Gis International srl; Marco Eugenio Di Giandomenico, economista della cultura e dell’arte; Rosaria Spinella, AFAE, Associazione famiglie audiolesi etnei.

Euro Med Festival Tonino Accolla è patrocinata dal Comune di Siracusa, con il sostegno e la partecipazione del sindaco di Noto, Corrado Figura, del sindaco di Siracusa, Francesco Italia e dell’assessore alla Cultura e Turismo Francesco Italia.

“Si conferma anche per questa edizione – ricorda Stefania Altavilla – la presenza del Gruppo Irem, a sostegno della cultura, della formazione dei giovani e dell’agire nel sociale”.

La realizzazione dei premi è stata affidata, per il Premio Tonino Accolla, al Maestro Pietro Marchese; per i premi allievi all’architetta designer Lara Grana e per il premio d’eccellenza  all’orafa designer, Stefania Midolo.

Ad aggiudicarsi il premio Tonino Accolla, per questa edizione 2024, sono stati Francesco GerbinoCamilla Ferrara. I due candidati, rispettivamente A&F Dubbing e Voice Art Dubbing, sono stati votati dalla giuria tecnica composta da attori/doppiatori che hanno espresso le loro preferenze dopo avere valutato le prove al leggio nei vari anelli di doppiaggio proposti dai candidati. La giuria tecnica presieduta da Rodolfo Bianchi – attore, doppiatore, direttore di doppiaggio e dialoghista italiano – era composta da Flavio Aquilone, Valentina Favazza, Erica Necci, Yuri Bedini, Lorenzo Accolla, Emanuela Rossi, Monica Simonetti e Lucia Sardo.

Al voto della giuria dei professionisti si è aggiunto quello della giuria dei giornalisti, presieduta da Marco Eugenio Di Giandomenico – scrittore, critico e curatore artistico – che ha assegnato il Premio Stampa a Francesco Gerbino.

Ha ricevuto il Premio d’eccellenza alla carriera, Rodolfo Bianchi.

Due serate, presentate da Maurizio Merluzzo e Vanessa Galipoli, all’insegna della musica, sabato e domenica, con diversi focus su personaggi del cinema, interviste e premiazioni che hanno tenuto vivo e partecipe il pubblico, numerosissimo, di piazza Minerva.

Tra gli ospiti di eccellenza, in collegamento, il regista Pupi Avati chiamato ad intervenire sull’istituzione – prevista per la prossima edizione – del Premio Promozione Cinema dedicato ad Adriano Pintaldi.

“ Ho come un senso di colpa per non essere lì con voi – ha esordito Pupi Avati, visibilmente commosso – a celebrare la memoria di un grande comunicatore come Adriano Pintaldi. Un amico, un professionista, un uomo che manca al Cinema, a tutti noi. Grazie per questo invito e al lavoro che fate per i giovani che intraprendono l’arte del doppiaggio”.

Tra gli ospiti, Antonino Martorana, musicista non vedente che ha eseguito brani di sua composizione meritandosi gli applausi calorosi del pubblico. Ad elettrizzare tutti i partecipanti della seconda serata, la travolgente musica di Walter Ricci con il suo trascinante swing versione napoletana. A presentare Ricci un crooner di gran classe come Giuseppe Mandalari.

Il Premio Tonino Accolla nasce nel 2014 da un’idea di Stefania Altavilla – direttrice artistica del Premio e presidente dell’associazione Arca – e da Giuseppe Mandalari con la collaborazione iniziale di Ambi Picture e Fonoroma.

Partecipe nella produzione e della realizzazione della manifestazione, Lorenzo Accolla, figlio di Tonino al quale, tra altro è stato dedicato un lungo momento di contributi video dove l’attore/doppiatore siracusano si racconta e racconta la sua eccellente carriera nel mondo del Cinema. Eredità ripresa da Lorenzo che oggi è doppiatore e direttore di doppiaggio.

Ad oggi tutti i vincitori delle passate edizioni del Premio lavorano in studi di doppiaggio; tra questi Antonino Saccone, premiato nel 2016, ospite della seconda serata, nella quale si è esibito in un emozionante doppiaggio live.  Saccone è oggi tra i più quotati doppiatori professionisti italiani.

Ha presentato il suo “Film senza Immagini”, Alex Poli – speaker ufficiale di Rete 4 e voce di RTL 102,5 da 22 anni.  Un film senza immagini, appunto, ha spiegato l’autore, come un audio/libro,  anzi l’evoluzione dell’audio/libro per ricreare le stesse emozioni seguendo non le immagini ma la propria immaginazione.

Ha divertito e ricevuto applausi per la sua verve sempre da appassionata donna di spettacolo, grande attrice e Maestra di Cinema, Lucia Sardo: tra i componenti della giuria tecnica, ma anche performer con il conduttore Maurizio Merluzzo – insieme a Vanessa Galipoli – di un anello improvvisato di doppiaggio, che anche se “mal riuscito” – il commento ironico –  ha divertito  e scatenato applausi di affetto e simpatia nei riguardi dell’attrice siciliana.  Lucia Sardo, per lei “un anno magico – questo che ci racconta brevemente, poco prima che inizi la seconda serata del Premio – due film appena usciti, e una serie girata in America che è stata per me un’esperienza unica ed entusiasmante”. Il film, “L’acqua fresca”, girato a Catania, di Marianna Sciveres, con Jonathan Cake dove Lucia Sardo è coprodagonista, e ancora ad Hollywood con una produzione per una serie di otto puntate insieme a Zoe Saldana, “From Scratch” .   E sulla vita di Rosa Balistreri, Lucia Sardo ha appena finito di girare un film per le sale cinematografiche, dove interpreterà la cantante nella sua ultima parte di vita; al film, come tutor, ha partecipato anche Carmen Consoli.  Insomma, instancabile Lucia Sardo, voluta da grandi registi in grandi produzioni:

“ se devo dire – afferma Lucia Sardo –  sono stanca ma felice per una carriera, la mia, che mi riserva ancora grandi soddisfazioni. Sono miracoli che la vita ci regala, e io li accolgo con grande felicità e gratitudine”.

Euro Med Festival Tonino Accolla  si conclude stasera ( lunedi 1 luglio) a Noto, Palazzo Nicolaci,  con il Primo Forum Internazionale Intelligenza Artificiale. Il workshop affronterà le tematiche legate all’abbattimento delle barriere degli audiolesi e ipovedenti nel Cinema e nel Doppiaggio; sarà aperto al pubblico, curato da Stefania Altavilla per l’associazione Arca e da Santi Tomaselli per il Centro Studi Economia Internazionale ai Fondi Europei. Interverranno, il sindaco di Noto, Corrado Figura insieme ai vari partner che quest’anno sono stati partecipi dell’intero progetto legato al Premio Tonino Accolla: Toni Loffreda, Gruppo Interparlamentare canadese Fondo Monetario Internazionale; Hart Aubrey Massey, docente Toronto Film School con Darrel Wayne Moen; Michele Vincenti, vice rettore University Canada  West; Ernesto Nudo, Geo Gis International srl; Marco Eugenio Di Giandomenico, economista della cultura e dell’arte; Rosaria Spinella, AFAE, Associazione famiglie audiolesi etnei.

Euro Med Festival Tonino Accolla è patrocinata dal Comune di Siracusa, con il sostegno e la partecipazione del sindaco di Noto, Corrado Figura, del sindaco di Siracusa, Francesco Italia e dell’assessore alla Cultura e Turismo Francesco Italia.

“Si conferma anche per questa edizione – ricorda Stefania Altavilla – la presenza del Gruppo Irem, a sostegno della cultura, della formazione dei giovani e dell’agire nel sociale”.

La realizzazione dei premi è stata affidata, per il Premio Tonino Accolla, al Maestro Pietro Marchese; per i premi allievi all’architetta designer Lara Grana e per il premio d’eccellenza  all’orafa designer, Stefania Midolo.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com