Da domani e fino al 29 ottobre, Priolo Gargallo ospiterà la prima edizione di “Preferisco vivere”. La manifestazione nasce con l’intento di innescare percorsi virtuosi nella prevenzione dalle dipendenze più note: dalle droghe “leggere”, all’alcolismo, al fumo, per arrivare fino al gioco d’azzardo e alle dipendenze che si sviluppano attraverso internet, i social e gli strumenti tecnologici, che sfociano anche nel cyberbullismo. Una iniziativa fortemente voluta dall’Amministrazione comunale e dal sindaco facente funzioni, Maria Grazia Pulvirenti, in considerazione della diffusione tra i giovani di diverse forme di dipendenza. 

Il progetto è stato strutturato sulla base delle indicazioni di un comitato scientifico e in particolare di Francesco Carpano, medico tra i decani siciliani nell’ambito della prevenzione e cura delle varie forme di dipendenza. Il programma è caratterizzato dalla presenza di esperti del settore e di importanti ospiti di rilievo nazionale ed internazionale della Comunità Scientifica: da Giovanni Serpelloni, esperto internazionale di neuroscienze e tossicodipendenze, allo psicoterapeuta dell’età evolutiva ma anche scrittore di successo e divulgatore scientifico da 160.000 follower al giorno Alberto Pellai, a Roberto Cafiso già direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASP di Siracusa, ad Angela Minciulla psichiatra che opera al SERT dell’ASP di Siracusa, agli esperti delle forze dell’ordine quali il commissario Vanessa Sulfaro della Polizia di Stato ed il tenente Chiara Ricciardi dei Carabinieri. Tanta competenza, messa in campo al fine di sensibilizzare i giovani, i genitori, e in generale l’opinione pubblica, sull’importanza della prevenzione per incidere fattivamente ed efficacemente sui fattori di rischio connessi all’attivazione delle dipendenze.

L’iniziativa coinvolgerà in particolare le scuole secondarie di I e II grado di Siracusa, Priolo, Augusta e Floridia e si svolgerà presso largo dell’Autonomia Comunale, dove è stata allestita una struttura tensostatica da 600 metri quadri, capace di ospitare 500 persone. Nelle giornate del 26, 27 e 28 ottobre, dalle 10:00 alle 12:30, gli studenti saranno protagonisti di incontri moderati dal giornalista e conduttore televisivo Salvo La Rosa. Oltre alle attività prettamente scientifiche, nel pomeriggio del 29 ottobre sono previsti tre momenti di intrattenimento aperti a tutta la cittadinanza.

Si inizia alle 17:00 con Federico Moccia, straordinario autore di best seller letterari, che avrà il compito di parlare di “Orgoglio, Bullismo, Amore” ed effettuerà una lezione/spettacolo specificatamente ideata e costruita per un pubblico di giovani e per le loro famiglie. L’evento terminerà con alcuni momenti di aggregazione per i più giovani: alle 20:30 lo spettacolo de I SANSONI in “Fratelli ma non Troppo” e alle 22.00 il DJSet di DJ ANICETO, paladino della lotta all’uso della droga e dell’alcol.

“Dall’osservatorio degli operatori del settore – spiegano gli organizzatori – ormai da diversi anni viene registrata una crescente diffusione del disagio connesso all’abuso di sostanze psicotrope, vecchie e nuove droghe. Da qualche anno si sono aggiunti allo scenario il gioco d’azzardo patologico, le ludopatie e le nuove dipendenze da internet, smartphone, tablet, pc, senza trascurare l’accentuarsi, anche tra i giovanissimi, della cultura del bere smodato e delle dipendenze multiple. Questa emergenza, pertanto, assume aspetti inquietanti tanto da rendere urgenti interventi di contrasto e di prevenzione al fine di ridurre gli effetti devastanti sui preadolescenti e sugli adolescenti”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: