Al Bano fa il pieno a Priolo Gargallo, in occasione della Festa dell’Angelo Custode. Ieri sera il cantante pugliese ha attirato migliaia di persone di tutte le età per il concerto gratuito, offerto dal Comune, che ha tenuto in Largo dell’Autonomia comunale.

La carriera del cantante pugliese, da oltre mezzo secolo non ha conosciuto battute d’arresto. Il suo stile nazionalpopolare continua ad appassionare il pubblico non solo italiano ma anche straniero.

Un successo che attraversa le generazioni, quello di Al Bano, con 500 canzoni incise, 58 album pubblicati e 55 anni di carriera. Carrisi è uno degli artisti più rappresentativi della musica italiana. I suoi tratti distintivi, oltre alla potenza interpretativa, anche la straordinaria intensità dei testi, che raccontano almeno in parte la sua storia d’amore con Romina Power.

A Priolo ha condiviso il palco con il figlio Yari Carrisi. Proprio ieri sera, con l’immancabile chitarra a tracolla, che per lui è praticamente un segno di riconoscimento, Yari ha fatto una sorpresa al pubblico, proponendo alcune cover di grandi cantautori americani e britannici, quali Leonard Cohen, Neil Young e Steve Winwood. 

Entusiasta il sindaco di Priolo Gargallo, Pippo Gianni, presente all’evento, che ha duettato sul palco con Al Bano, divertendo e divertendosi.

Al Bano è travolgente e coinvolgente allo stesso tempo, non solo nelle interpretazioni delle sue meravigliose canzoni, ma anche quando si cimenta nelle cover di canzoni che hanno fatto la storia della musica.

Nello spettacolo di ieri sera non sono mancati, poi, i pezzi indimenticabili del grande Domenico Modugno, definito da Albano suo “padre spirituale”.

Il pubblico è estasiato, canta, partecipa al concerto in un tutt’uno con l’istrionico artista pugliese, che intervalla canzoni con numerosi aneddoti e pezzi di storia della canzone italiana.

Al Bano, ha saputo intrattenere il pubblico con i suoi numerosissimi successi e, quasi al termine del Concerto, a 79 anni suonati, si è pure arrampicato sulle impalcature a bordo palco, con grande preoccupazione dello staff organizzativo.

Il finale, Felicità, è un coro infinito di tutta la piazza che ringrazia così Al Bano e l’Amministrazione comunale di Priolo Gargallo, organizzatrice dell’evento.

Tutto pronto, intanto, per il concerto di Arisa che concluderà questa sera la ”tre giorni” di eventi, in occasione della Festività dell’Angelo Custode a Priolo Gargallo.

Sul palco di Largo dell’Autonomia Comunale, a partire dalle ore 21, c’è attesa per l’artista lucana che proporrà i suoi successi.

Dopo aver vinto nel 2008 il concorso SanremoLab, ha raggiunto la popolarità, partecipando al 59esimo festival di Sanremo nel 2009 con il singolo Sincerità, vincendo nella categoria “Nuove Proposte”.

Nello spettacolo di stasera, in una sorprendente alternanza fra ballate d’amore malinconiche e sfrenati ritmi dance anni ’90, acrobazie vocali e fraseggi rap, Arisa presenterà il nuovo album Ero Romantica,
con canzoni che sono un atto d’amore verso l’umanità nelle sue varie sfaccettature, che celebrano la femminilità e le sue contraddizioni, che parlano di autodeterminazione femminile e di schiavitù volontaria urlando l’esigenza di cambiare punto di vista per non rimanere schiacciati dall’omologazione.
Oltre alle incisioni più recenti, non mancheranno in scaletta i singoli che hanno fatto conoscere Arisa al grande pubblico, quali: Sincerità, Controvento e La Notte.

Arisa, che lo scorso 20 agosto ha compiuto 40 anni, in queste settimane è impegnata su Canale 5, in veste di coach, del programma Amici.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: