PROVINCIA DI SIRACUSA. CARABINIERI: RESOCONTO ATTIVITÀ ANTI-COVID NEL PERIODO “ZONA ARANCIONE”

Risultato immagini per controlli anti covid cc siracusa

I Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa dall’inizio della pandemia da COVID 19 sono stati
costantemente impegnati nelle attività di prevenzione volte a garantire il rispetto delle vigenti disposizioni
sanitarie.
Si è trattato di attività complesse e delicate, non soltanto perché, con il susseguirsi della diversa
“colorazione“ della regione (gialla, arancione e rossa) andavano fatte rispettare normative di differente
incidenza, ma anche perché occorreva svolgere i servizi in ottica più preventiva e persuasiva che
repressiva. Consci infatti che le diverse prescrizioni sono di non sempre semplice interpretazione ed
applicazione, i Carabinieri sono sovente intervenuti in via preventiva e bonaria sulle situazioni “a rischio”,
persuadendo i cittadini a far maggior attenzione a comportamenti apparentemente banali ma in realtà
pericolosi.
Particolare impegno è stato profuso anche dall’inizio del corrente mese di febbraio, periodo durante il
quale, essendo la regione Siciliana transitata dalla zona rossa in quella arancione, occorreva frenare
eventuali comportamenti scorretti derivanti da un’errata sensazione di “cessata esigenza”. Infatti, in tutto il
territorio provinciale, l’Arma dei Carabinieri ha continuato a svolgere molteplici servizi straordinari di
controllo mediante l’impiego di pattuglie, anche appiedate, impegnate nello svolgimento di posti di
controllo lungo le arterie stradali di maggiore affluenza e nei luoghi ove erano stati segnalati
assembramenti di vario genere.
Nei quindici giorni di riferimento i Carabinieri hanno controllato circa 2900 persone, sanzionandone 210
per mancato rispetto delle norme “anti – covid”. Durante i servizi di controllo e vigilanza, i Carabinieri
hanno proceduto anche al controllo di 650 attività ed esercizi commerciali, di cui 6 sono stati sanzionati in
via amministrativa per l’inosservanza dei decreti anti-COVID, senza che sia stata disposta alcuna chiusura
provvisoria.
I servizi di controllo in parola continueranno ad essere svolti anche nel periodo a venire, con il
preannunciato transito nella c.d. “zona gialla” dal prossimo 15 c.m., al fine di vigilare sul rispetto delle
regole in questo difficile momento storico, con l’obiettivo di contribuire ad una rapida uscita da questa
emergenza.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: