ROSOLINI. BIMBO DI DUE ANNI ARRIVA MORTO ALL’OSPEDALE: FERMATO IL COMPAGNO DELLA MADRE

Bimbo di Rosolini morto all'ospedale di Modica: la Polizia ferma ...

Un bambino di Rosolini di quasi 2 anni ( 21 mesi), Ivangiulio Lo Piccolo, è morto all’ospedale ‘Maggiore’ di Modica, dopo essere stato trasportato in ambulanza al nosocomio ibleo, in codice rosso. Secondo quanto si apprende, sarebbe stata una vicina di casa a fare scattare l’allarme, sentendo le urla della madre del piccolo, disperata per le condizioni del bambino. Il fatto è accaduto verso le 13 di ieri, in un alloggio popolare di via Eloro. Quando il piccolo è arrivato al Pronto soccorso del ‘Maggiore’, però, non c’era più nulla da fare. I sanitari di Modica hanno informato gli agenti del locale Commissariato che hanno riferito al pm di turno di Ragusa. Secondo notizie trapelate dal Pronto soccorso, il piccolo aveva dei lividi sul collo e sul volto.
Nel tardo pomeriggio, dopo una serie di investigazioni, la polizia ha fermato il convivente della madre di Ivangiulio. E’ accusato di avere provocato la morte del bambino. La Procura interessata al caso è quella di Siracusa. Il crimine sarebbe stato commesso a Rosolini.
I poliziotti hanno ricostruito i fatti. Il bimbo, di appena 21 mesi, è arrivato in ospedale a Modica con l’ambulanza del 118, che sarebbe stata chiamata dalla madre che vive a Rosolini, in una casa popolare assieme al convivente di 30 anni, l’uomo che è stato fermato dalla polizia. La donna è stata interrogata dagli agenti del commissariato di polizia di Modica ai quali avrebbe rivelato alcuni particolari ritenuti di primaria importanza, tanto da fare scattare il fermo. A coordinare l’inchiesta è la Procura di Siracusa. Nel corpicino del bimbo sarebbero stati riscontrati lividi e lesioni. Dirige le indagini il sostituto procuratore Donata Costa, col coordinamento del procuratore capo Sabrina Gambino.

La polizia, intanto, ha provveduto al fermo del convivente della madre del piccolo, in quanto sospettato di aver causato il decesso del bambino. In una prima fase delle indagini si era ipotizzato ad un malore e la prima ad accorgersene sarebbe stata la madre che avrebbe provato a rianimarlo. Con l’aiuto di qualche vicino, è stata chiamata l’ambulanza del 118 che ha provveduto al trasferimento del bimbo all’ospedale Maggiore di Modica. I medici avrebbero potuto far ben poco per via delle condizioni molto serie del piccolo.

Nel corso degli accertamenti, sono emerse le lesioni sul corpo del piccolo come se fosse stato vittima di un’aggressione. Una ricostruzione che ha tenuto conto della testimonianza dei medici che hanno visto il corpo della bimbo. E quelle contusioni gliele avrebbe causate il convivente, secondo la tesi dell’accusa.

Il magistrato ha disposto l’autopsia sul corpo del bambino per stabilire le cause del decesso.







Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: