Un pensionato, Luigi Caschetto di 81 anni, di Rosolini è morto al Santuario, mentre pregava davanti al quadro del Sacro Cuore. L’uomo è entrato al santuario, si è tolto il cappello, ha fatto il segno della croce, si è seduto sulla panca, ha ripetuto il segno della croce e dopo ha accusato un malore, appoggiando la testa al muro.
Secondo la ricostruzione, Luigi Caschetto è rimasto così per alcuni minuti mentre in Chiesa si stava celebrando la messa. Ad accorgersi dell’uomo è stato un signore che ha subito allertato l’ambulanza del 118. Nonostante l’arrivo dei sanitari per l’81enne non c’è stato nulla da fare. Caschetto era solito andare a messa per pregare.

Era molto conosciuto in città per la sua professione di scalpellino. Lascia la moglie e 4 figli. Per alcuni anni aveva lavorato a Biella come collaboratore scolastico, per poi ristabilirsi nella sua città d’origine.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: