SCIOPERO NAZIONALE DEGLI OPERATORI DEL SOCIALE IL PROSSIMO 13 NOVEMBRE, SINALP: “BASTA ESTERNALIZZAZIONI DEI SERVIZI”

ROMA] GRAVE ATTACCO AL DIRITTO DI SCIOPERO CONTRO I LAVORATORI E LE  LAVORATRICI AEC! | Potere al Popolo

“La drammaticità del momento ha fatto emergere condizioni di precariato e sfruttamento che, in passato pur avendone sentore, non erano esplose in maniera così evidente come in questo periodo”. Così si esprimono Andrea Monteleone e Carlo Bonaccorso, dirigenti regionali del Sinalp Operatori del Sociale che, in collaborazione con altre OO.SS. autonome presenti nel comparto aderisce con i propri iscritti allo

Sciopero Nazionale indetto per il 13 Novembre 2020. “Si è giunti a questa difficile decisione – affermano i due sindacalisti – dopo svariati tentativi ed incontri nella speranza di trovare una soluzione adeguata tra le esigenze dei datori di lavoro e dei lavoratori nel comparto del sociale. Purtroppo le dinamiche richiamate dalla controversia sul rispetto del CCNL di categoria e del rispetto dei pagamenti degli stipendi non hanno sortito ad alcuna soluzione condivisa”.

“Il Sinalp, assieme chiaramente alle altre OO.SS. che hanno indetto lo Sciopero prosegue il comunicato a firma di Andrea Monteleone e Carlo Bonaccorso – rivendica il diritto dei dipendenti del comparto ad un lavoro rispettoso delle normative vigenti. Basta ad appalti aggiudicati con il sistema del massimo ribasso.
Basta ad esternalizzazioni dei servizi. Riconoscimento delle ore di lavoro svolte per la programmazione delle attività. Nuovo CCNL del comparto del Sociale con un maggior riconoscimento chiaro e forte del diritto al lavoro dei dipendenti in caso di cambio appalto. Garanzia dell’intera retribuzione mensile anche in caso di sospensione, rimodulazione dei Servizi, didattica a distanza e utilizzo degli ammortizzatori
sociali. Diritto alla salute ed alla sicurezza all’interno dei Servizi, per utenti ed operatori. Investimenti certi e programmati sulla manutenzione delle strutture e delle scuole. Adeguatezza degli strumenti di lavoro, protocolli e dispositivi di protezione, anche in vista dell’attuale pandemia”.
“Il Sinalp Operatori del Sociale – concludono Monteleone e Bonaccorso – invita tutti a partecipare a questa giornata di mobilitazione, per il 13 Novembre aderendo in massa allo Sciopero”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: