Il 9 ottobre, come ogni anno, si ricorda in tutto il mondo, la Giornata della Consapevolezza PANS-PANDAS. Oggi, le due sindromi PANS e PANDAS vengono diagnosticate come encefalite post infettiva dei gangli basali (BGE), sottogruppo dell’encefalite autoimmune (AE) innescata da infezioni batteriche virali o altro. La PANS/PANDAS/BGE colpisce maggiormente bambini in età pediatrica: bimbi spensierati e felici si ritrovano improvvisamente a dover fare i conti con una serie di sintomi neuro psichiatrici anche invalidanti. Spesso, la diagnosi arriva con molti anni di ritardo, perché i sintomi verrebbero confusi e scambiati per comportamenti legati all’età. Alla luce dei recenti studi si può parlare di una neuro-infiammazione che colpisce i gangli del cervello e conseguentemente diverse funzioni legate ad esso, con svariate avvisaglie e livelli di gravità spesso difficili da gestire per le famiglie che ne vengono travolte.

Sindromi Pans Pandas, i sintomi

I sintomi sono diversi (ossessioni, compulsioni, tic vocali o motori, cambiamenti di personalità e non solo). E molto frequentemente non vengono riconosciuti nei bimbi o vengono attribuiti alla fase dello sviluppo e del cambiamento. Le sindromi si possono curare fino alla completa remissione.

Per la giornata del 9 ottobre, il Comitato Italiano Genitori PANS PANDAS BGE è riuscito a coinvolgere molti capoluoghi di provincia e alcune regioni italiane nella loro battaglia per far conoscere la sindrome: alcuni hanno accettato di dare il loro patrocinio alle iniziative promosse per questa giornata ed altri di illuminare di verde i loro monumenti più significativi, quale simbolo di lotta e speranza per le famiglie.

Alle iniziative saranno presenti medici e psicologi che spiegheranno le caratteristiche e le modalità di gestione delle sindromi. In tutti gli stadi di calcio della Serie A sarà proiettato un breve video per aumentare la consapevolezza.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: