Siracusa agli ultimi posti sulla qualità della vita di “Sole24”, Zappulla e Gibellino: “Problema serio e grave”

L'Unsic di Siracusa contro l'amministrazione comunale - UNSIC - Unione  Nazionale Sindacale Imprenditori e Coltivatori

“Se Siracusa su 107 città è posizionata al 105 posto sulla qualità della vita forse c’è qualche problema e pure serio e grave”- lo dichiarano Pippo Zappulla e Ninni Gibellino segretario regionale e cittadino di ArticoloUno.
“E’ vero che non è un dato solo riconducibile all’ultimo anno  ma questa consapevolezza non allevia la gravità, rappresentando semmai un’aggravante. Vuol dire che sono le politiche dell’ultimo decennio almeno ad essere sotto esame e ad essere state sbagliate e tra queste non sono certo esenti gran parte di quelle dell’attuale amministrazione” – affermano Zappulla e Gibellino 
“E lo vogliamo dire  ai vari rappresentanti del centrodestra, se andiamo a guardare i dati nei lunghi periodi di vostra gestione dell’amministrazione le cose non andavano per niente meglio. Abbiamo più volte dichiarato di non essere tra i   sostenitori di questa amministrazione perché non condividiamo diversi provvedimenti assunti  e perché indistinto e confuso  si presenta il profilo politico  ma non ci piacciono neanche le facili strumentalizzazioni. Ciò detto vedere Siracusa agli ultimi posti per esempio  dell’ambiente, della gestione del verde, dei servizi per i bambini, per i giovani e per gli anziani ci fa scattare un irrefrenabile  moto di indignazione. Non gradiamo, infatti, neanche gli atteggiamenti minimalisti, superficiali se non di aperta sottovalutazione. Le classifiche non sono il vangelo ma rappresentano ugualmente  un chiaro termometro  dei limiti e delle condizioni di una città” – dichiarano gli esponenti di ArticoloUno. “Siracusa sta messa proprio male e farebbe bene il Sindaco Italia – concludono Zappulla e Gibellino –  a convocare tutte le forze politiche, sociali, culturali della città per ragionare insieme, per interrogarsi senza reti di protezioni sulle vere cause e responsabilità e provare a concordare le azioni utili e necessarie  da intraprendere per cominciare a invertire la tendenza. Un volta si diceva che la civiltà e la democrazia di un Paese si misura dal come vengono trattati i bambini e gli anziani, in tal caso  a Siracusa siamo proprio al disastro”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: