Evento letterario/musicale per gli appassionati della grande musica a Siracusa. Sabato 3 dicembre, alle ore 17, si svolgerà prima presentazione siracusana del romanzo “Il diavolo sulla quarta corda – Nicolò Paganini e il suo Cannone” di Giovanna Strano, Massimo Soncini editore.
L’evento, a ingresso libero, avverrà in Via Mirabella nei locali dell’ex Convento del Ritiro, nell’ambito della mostra fotografica “La luce nel mare” di Emanuele Vitale. Per l’occasione il duo Siraka, formato da Giuseppa Modica e Valerio Massaro, si esibirà in alcune musiche di Nicolò Paganini.
Coordinerà l’incontro Giuseppe Costa Gingolph.
La pubblicazione, patrocinata dalla Società dei Concerti di Parma, approda a Siracusa dopo l’esordio al Paganini Day di Parma. Si ripercorrerà la vita del grande musicista, segnata dalla sofferenza, ma anche da una grande forza e passione che lo porterà a imporsi sulle limitazioni imposte dalla malattia.
Quando la ragione non riesce a dare spiegazioni sulle capacità straordinarie di alcuni grandi uomini, che hanno segnato con il loro talento il cammino dell’umanità, subentra il sospetto, la calunnia, la menzogna. È quello che è accaduto a un genio indiscusso della musica di tutti i tempi: Nicolò Paganini. Paganini non è bello, eppure il fascino che ne avvolge la persona, capace di mandare in estasi il pubblico durante le esecuzioni, attrae donne di svariati lignaggi, come le sorelle Elisa e Paolina Bonaparte, facendone uno dei personaggi più ambigui di tutti i tempi.
Compagno indissolubile della sua vita straordinaria è quello che lui stesso chiama il Cannone violino, un Guarneri del Gesù finito nelle sue mani grazie alla donazione da parte di un magnate francese.
Paganini giocherà con l’ambiguo, con le illazioni che girano sul suo conto di godere del supporto di forze demoniache, facendo leva sulla curiosità della gente che accorrerà in massa ai concerti. Eppure tali
congetture lo perseguiteranno fino alla morte, e anche dopo, segnando le vicissitudini della sepoltura. Unico grande amore è il figlio Achille, che gli resterà accanto fino alla fine dei suoi giorni.
La musica sovrasta ogni cosa, quale ragione profonda dell’esistenza. Il romanzo trasporta il lettore in un mondo di armonia e di suoni, con l’intento evidente di manifestare la magia della musica attraverso quella delle parole.

Condividi
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: