Nel pomeriggio di ieri, agenti della Squadra Mobile di Siracusa hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto a carico di due cittadini extracomunitari di origine marocchina, rispettivamente di 38 e di 41 anni accusati, in concorso tra di loro, del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
I due facevano parte di un gruppo di altri 56 migranti, di nazionalità egiziana e siriana, giunti a bordo di un veliero battente bandiera statunitense.
L’imbarcazione, partita da una località costiera nelle vicinanze della città turca di Izmir, è stata intercettata, la notte del 29 Ottobre scorso, dalla Nave “Ubaldo Diciotti” della Capitaneria di Porto, a circa 90 miglia dalle coste siciliane.
Successivamente, i migranti sono stati fatti salire sull’unità della Guardia Costiera che li ha condotti presso il Porto Commerciale di Augusta ove sono arrivati nella mattinata del 30 ottobre.
Le attività investigative, esperite al momento dello sbarco, hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei due marocchini che sono stati arrestati.
Al termine delle incombenze di legge, i due scafisti sono stati condotti in carcere.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: