Siracusa. C.C. Ortigia, dopo 20 anni Martino Abela lascia i biancoverdi

rbt

Il Circolo Canottieri Ortigia comunica ufficialmente che, per la stagione 2021/22, Martino Abela non farà parte della rosa del club. Dopo venti anni, infatti, il pallanotista siracusano non giocherà con la calottina biancoverde. Una decisione lucida ma non semplice, quella di Martino, uomo e atleta esemplare, che la società non può che rispettare, perché attiene agli obiettivi di vita, personali e professionali del ragazzo.
Martino Abela è una bandiera di questo club, con il quale ha svolto tutta la trafila: dalle giovanili all’esordio in prima
squadra, dalla Serie A2 al ritorno in Serie A1, dalla salvezza conquistata nel 2016 ai quattro grandiosi anni della gestione Piccardo, con il quarto e il terzo posto in A1, una semifinale e una finale di Euro Cup, il quarto posto in Coppa
Italia e soprattutto la qualificazione e la prima vittoria in Champions. Una grande storia d’amore in biancoverde, che
ha visto Martino distinguersi anche come allenatore. Un ruolo che lascia dopo l’ottimo lavoro svolto con i ragazzini
dell’Ortigia, che con lui e con gli altri tecnici delle giovanili sono cresciuti fino a conquistare il quarto posto con la sua
Under 18 e il primo scudetto della storia dell’Ortigia con l’Under 20 di Piccardo. A Martino, laureato in giurisprudenza
e desideroso di misurarsi con il mondo del lavoro al di fuori dell’ambiente pallanuoto d’élite, diciamo grazie per tutto
quello che ha dato al club e gli auguriamo il meglio, certi che si tratta solo di un arrivederci e consapevoli che l’Ortigia
è e sarà sempre la sua casa e la sua famiglia, pronta a riaccoglierlo e a riabbracciarlo.
Martino spiega al sito dell’Ortigia la sua decisione: “È una scelta di vita, non sportiva, altrimenti avrei continuato qui. È
una scelta di cambiamento, per misurarmi anche fuori da quella che è la pallanuoto. In questi anni ho svolto un
percorso parallelo di studi e ora ho voglia di vedere cosa so e posso fare anche in questo altro percorso che mi sono
costruito. Una decisione che prendo a malincuore, con tanta tristezza ma anche consapevolezza. Lascio una famiglia,
una casa nella quale sono stato per venti anni, per trasferirmi a Catania dove spero di fare un percorso altrettanto
bello fuori dall’ambiente pallanotistico, in quella che sarà la mia vita futura”.

60 Abela Stock Photos | Free & Royalty-free Abela Images | Depositphotos


La pallanuoto, però, per fortuna non la abbandonerà, anche se gli comporterà un minore impegno in termini di tempo
e pressione: “Grazie al presidente Marotta ho raggiunto l’accordo con l’Acese, una squadra di Catania che milita in
serie B, che mi permetterà comunque di giocare, di non abbandonare del tutto questa passione. Sarà una sfida anche
questa, che mi permetterà di conoscere un nuovo contesto e di avere più tempo da dedicare allo studio o alla
professione che riuscirò a intraprendere”.
“Quando ho comunicato la decisione ai miei compagni – racconta Martino – ho visto tristezza e amarezza, sia in quelli
più vecchi sia in quelli che sono arrivati l’anno scorso, con i quali abbiamo legato, a dimostrazione di quanto questo
gruppo sia unito da un rapporto fraterno. Stessa reazione, anche se in maniera diversa, hanno avuto i ragazzini
quando ho detto che non li avrei allenati quest’anno. Però tutti hanno capito il mio punto di vista e hanno accettato la
mia scelta, sperando, così come tutta la società, che fino alla fine potessi cambiare idea”.
Martino lascia l’Ortigia e la pallanuoto che conta, dopo una stagione piena di gioie, sia come atleta sia come
allenatore: “È stata una stagione fantastica, nonostante le limitazioni. Mi sono tolto tante soddisfazioni personali, così
come ce le siamo tolte insieme con la squadra, con tutti i tecnici e i ragazzi. Se dovevo dare un arrivederci, credo che
questo sia stato il modo migliore”.
Infine un pensiero sulla stagione dell’Ortigia e un saluto ai tifosi: “L’Ortigia è un grande gruppo e credo che saremo
competitivi e ci giocheremo le nostre chance con tutti. Ai tifosi dico solo ‘Sempre forza Ortigia’. È stato tutto
bellissimo, continuerò a guardare l’Ortigia, di presenza e se non potrò lo farò in streaming. Il mio cuore è sempre qua”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: