È andato in scena al Teatro Greco di Siracusa il concerto di Claudio Baglioni, con “Dodici note“, uno spettacolo pop-rock, che spazia dalle sonorità della grande orchestra classica con coro lirico a quelle di una poderosa big band con voci moderne. L’artista romano ha emozionato i 15.000 spettatori del Teatro Greco di Siracusa con il suo spettacolo.

Un insieme, a volte sperimentale, che fonde i molteplici linguaggi musicali alla cui base ci sono 12 note: i 12 mattoncini con i quali riedificare, in un luogo simbolo di bellezza e arte millenaria, una casa virtuale di musica e parole.

Una performance multidisciplinare davvero innovativa in cui il cantautore è stato accompagnato da 123 tra musicisti, coristi classici e moderni, con la direzione artistica di Giuliano Peparini.
In scena con Claudio Baglioni anche l’Orchestra Italiana del Cinema, fondata negli storici studi di registrazione “Forum Studios” e diretta dal Maestro Danilo Minotti; e c’è anche il Coro Giuseppe Verdi con il direttore artistico Marco Tartaglia e il Maestro del Coro Anna Elena Masini.
“Lavorare con un artista del calibro di Baglioni è stato un grandissimo onore per me ma essere qui, nella terra della mia famiglia, in una delle aree archeologiche più significative e identitarie per la Sicilia è davvero una emozione indescrivibile”, ha dichiarato al termine delle due serate evento, il primo violoncello Angelo Maria Santisi, originario di Nizza Di Sicilia, musicista di grande personalità, che è tornato nella sua regione per questo importante appuntamento.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: