Sono circa le ore 10 del 16 giugno 1982, i carabinieri Silvano Franzolin, Salvatore Raiti e Luigi Di Barca in una Mercedes guidata dall’autista Giuseppe Di Lavore stanno traducendo il detenuto Alfio Ferlito, boss di Cosa Nostra, dalla Casa Circondariale di Enna a quella di Trapani. Allo svincolo per l’autostrada Palermo-
Mazara del Vallo, si accostano all’automobile una BMW 520 e un’Alfetta 2000 i cui passeggeri aprono il
fuoco contro il boss mafioso ed uccidendo sul colpo Giuseppe Di Lavore e fermando l’andamento del mezzo.

Silvano Franzolin scende dal mezzo, in un ultimo tentativo di difendere i suoi commilitoni, venendo freddato subito dopo dal commando criminale. Commando che si avvicinò successivamente al mezzo di traduzione, finendo coloro che, ancora in vita, occupavano l’auto. Migliaia le vite scosse da questo avvenimento, centinai i destini di famiglie che da quel momento cambieranno il loro corso, la stessa Città di Siracusa perdeva quel giorno un giovane cittadino: Salvatore Raiti.

Era un ragazzo che aveva nel cuore la Sicilia... - .: La Spia :. contro  ogni forma di mafia

Da quel giorno, sono passati quasi 40 anni ma rimane forte il bisogno di ribadire l’impegno di tutta la
comunità, in tutti i suoi gradi, per il contrasto alla criminalità organizzata e per il perseguimento della
legalità. Questo vuole essere lo scopo di un momento di memoria e riflessione che si terrà presso il Castello Maniace il prossimo 16 giugno in occasione del 40° anniversario della Strage della Circonvallazione, nato grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale della Città di Siracusa, l’ufficio di Siracusa Città Educativa e l’Associazione Libera – Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie. Prezioso inoltre il contributo della Sovrintendenza ai Beni Culturali che ha concesso la piazza d’armi del Castello.
Dalle ore 19:00, infatti, la cornice del Castello Federiciano sarà impreziosito dall’alternarsi di diversi momenti tra cui un’esibizione musicale realizzata dal Coro delle Voci Bianche, diretto dalla maestra
Mariuccia Cirinnà; la presentazione della Novel Graphic, realizzata dai giornalisti Francesco Nania e Aldo
Mantineo, con introduzione a cura di Don Luigi Ciotti, fondatore e Presidente dell’associazione Libera; uno spettacolo teatrale a cura della Compagnia “Ultimo giro” con musiche originali del Compositore Andrea Passanisi e regia di Giuseppe Messina dell’ass. Opera con la Cultura si può; la comunicazione dell’annullo filatelico, che commemora il 40° anniversario della Strage della Circonvallazione, a cura di Poste Italiane; il tutto con il contributo di memoria di Giovanna Raiti, sorella di Salvatore Raiti, vittima innocente della suddetta strage, e Referente Provinciale della Memoria per Libera Siracusa.
A portare il loro contributo alla manifestazione in rappresentanza delle Istituzioni diversi esponenti, tra cui
il Prefetto Giusy Scaduto, il Comandante Provinciale dei Carabinieri. Colonello Gabriele Barecchia e il
Sindaco di Siracusa, Francesco Italia.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: