SIRACUSA. CONTROLLO STRAORDINARIO DEI CARABINIERI NEL TERRITORIO DI TUTTA LA PROVINCIA

L’attività di controllo del territorio da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa prosegue
costante anche durante il periodo delle festività. Sebbene i servizi siano volti principalmente a
sensibilizzare i cittadini al rispetto del vigente quadro normativo emergenziale e delle misure previste dallo stesso, non sono mancate purtroppo le situazioni nelle quali i Carabinieri hanno dovuto procedere nei confronti di soggetti sorpresi a compiere non solo violazioni amministrative, concernenti gli spostamenti autorizzati ed il “coprifuoco”, ma anche in qualche caso dei veri e propri reati.
Il caso più eclatante è stato quello di S.K., siracusano, classe 2000, anche se giovanissimo già con
precedenti di polizia per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di stupefacenti, che è stato
denunciato per furto d’auto e guida senza patente. Il soggetto, per eludere il controllo dei Carabinieri che
gli avevano intimato l’ALT, si è lanciato in una fuga a folle velocità, tentando infine di dileguarsi a piedi
dopo aver abbandonato il veicolo. I militari tuttavia lo avevano riconosciuto e non hanno avuto difficoltà a rintracciarlo poco dopo presso la sua abitazione, denunciandolo a piede libero per guida senza patente, in quanto mai conseguita, nonché per il furto dell’auto, risultata infatti rubata.
I controlli i Carabinieri hanno, più in generale, permesso di porre l’attenzione su coloro che circolavano
sulle strade.
I servizi di controllo a “largo raggio” hanno permesso di controllare un totale di 96 veicoli e 114 persone, e sono state elevate contravvenzioni al C.d.S. per un valore complessivo di circa 3.340 euro, fra le quali le
più comuni sono state ancora una volta:mancanza di copertura assicurativa;

mancata revisione del veicolo; mancato uso di cinture o casco; uso del telefono cellulare durante la guida;
Nel capoluogo aretuseo numerose sono state le violazioni riscontrate alle limitazioni imposte dalla
normativa anti COVID-19, soprattutto da persone sorprese a circolare in orari notturni non consentiti. È
stata sottoposta a sequestro ed a chiusura provvisoria un’attività commerciale di vendita di capi di
abbigliamento che era aperta al pubblico nonostante il divieto assoluto previsto dall’attuale normativa anti- COVID.
Le attività dei Carabinieri hanno, infine, portato anche al rintraccio ed all’arresto di M.M., siracusano, 26 anni, con numerosi precedenti, che era ricercato in quanto doveva scontare una condanna definitiva di 4 anni e sei mesi per una rapina commessa ai danni di una gioielleria a Siracusa nel 2012.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: