Domenica 30 ottobre, alle 18,30, riaprono ai visitatori gli storici Magazzini del Foro Italico con l’iniziativa RiScopri Torre dell’Aquila,organizzata e realizzata dall’associazione culturale Opera con il patrocinio del Comune di Siracusa e dell’assessorato alle Politiche culturali guidato da Fabio Granata. A partire da domenica e fino a mercoledì 30 novembre sarà possibile ammirare le opere pittoriche del maestro leccese Luigi De Mitri con la collezione Erotikà Pathèmata. Gli amori infelici di Partenio di Nicea, che farà tappa a Siracusa grazie alla collaborazione de Il Tuareg, il tour operator palermitano di Vincenzo Lo Cascio. Per l’occasione, l’allestimento delle opere di De Mitri, noto anche per aver realizzato le miniature del testo Cercate le cose di lassù. Riflessioni per tutto l’ anno di Joseph Ratzinger, è stato curato da Luana Aliano, docente di Storia dell’Arte e componente della sezione territoriale di SiciliAntica.

Il calendario di appuntamenti proseguirà sabato 5 novembre alle 18,30 con la presentazione del saggio Io sono Antonietta. Cronaca di un delitto di Giuseppe Reina. A seguire domenica 6 novembre, alle 19,00, si terrà lo spettacolo teatrale Oltre il rosa di e con Giuseppe Messina, con Lucia De Luca e con le musiche originali di Andrea Passanisi. Sabato 12 novembre, alle 21,00, sarà la volta della performance di musica e parola Cunti Siciliani con gli attori Laura Migliara e Gabriele Giannone. Domenica 13 novembre, alle 18,30, si proseguirà con la presentazione della raccolta di poesie, introdotta da Nadia Sardone, Dillo alla luna di Giacomo Sardone. Sabato 19 novembre il pittore De Mitri alle 18,30 terrà una lectio magistralis su Partenio di Nicea e il mithos greco. La presentazione del libro per bambini e ragazzi dell’autrice Daniela Bonifazio, dal titolo Il volto dell’amore, si svolgerà, invece, sabato 26 novembre alle 18,30. La rassegna di eventi si concluderà domenica 27 novembre, alle 19,00, con la performance teatrale Bellezza e Verità con l’attrice Laura Migliara e le musiche di Andrea Passanisi.

«Siamo molto orgogliosi di rendere visitabili i Magazzini di Torre dell’Aquila a più di due anni dall’ultima apertura, si tratta di uno dei luoghi storici che ha molto da raccontare e che la nostra bella Siracusa offre– ha spiegato Giuseppe Messina, presidente dell’associazione culturale Opera -. Questa iniziativa è resa possibile dal supporto dell’assessorato comunale alle Politiche culturali, della Galleria Regionale di Palazzo Bellomo e dal sostegno delle aziende private come Ermes comunicazione, Carlo Izzo, Ottica Lombardo e Davide Indomenico ristrutturazioni che hanno permesso la realizzazione di questo calendario di iniziative. Il lavoro delle ultime settimane svolto dalla professoressa Aliano ha reso possibile riassemblare le notizie storiche, grazie anche al materiale fotografico ed informativo che la Galleria Bellomo ha fornito per l’occasione. Siamo molto contenti di poter rinnovare la nostra collaborazione con Il Tuareg, e la famiglia Lo Cascio, che ha permesso l’esposizione della collezione di un’artista quotato come il maestro De Mitri. Il pittore ha saputo raccontare il mito greco sotto una nuova prospettiva ed in chiave pittorica e non lascerà indifferenti i visitatori. Ringrazio, inoltre, la squadra di Opera composta da Emilia Rossitto, Carlo ed Andrea Passanisi».

«Abbiamo felicemente sposato questa iniziativa che contribuirà a rendere accessibile – ha sottolineato Rita Insolia, direttore della Galleria Regionale Bellomo – i Magazzini di Torre dell’Aquila. Sarà un’occasione per scoprire la sala voltata superstite che rappresenta, all’interno del sistema difensivo, una delle poche preesistenze della cinta muraria medievale.  Il manufatto, ricavato all’interno delle mura, fu costruito nel 1324 e costituisce una testimonianza delle opere di rafforzamento della cinta muraria realizzate dalla seconda metà del tredicesimo secolo fino alla fine del XIV per fare fronte alle esigenze di difesa determinate dalle guerre angioino-aragonesi».

«Far riscoprire contenitori culturali inediti e suggestivi, attraverso forme di collaborazione virtuose con altre istituzioni come la Galleria di Palazzo Bellomo e associazioni culturali come Opera – ha detto l’assessore Granata -, rappresenta una linea strategica del mio assessorato e della nostra amministrazione. Torre dell’Aquila riapre con un evento espositivo di rilievo, ma si lavora nel frattempo per una sua apertura stabile attraverso nuovi progetti che amplino l’offerta culturale della nostra città d’acqua e di luce».

Gli orari di apertura saranno dal 30 ottobre al 30 novembre 2022 – dal lunedì al giovedì 10,00 – 13,00 , venerdì e domenica 10,00 – 13,00 / 16,00 – 19,00, sabato 10,00 – 13,00 / 16,00 – 23,00.

L’ingresso alla mostra ed agli eventi è gratuito, per informazioni scrivere a info@operaconlacultura.it.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: