Sull’emergenza rifiuti in città pubblichiamo integralmente un intervento del Circolo Sinistra Italiana di Siracusa:
“Che ci fosse un’emergenza rifiuti a Siracusa così come in diverse altre aree metropolitane della nostra
regione è, ahimè, notizia arcinota. Anni di colpevoli ritardi nell’avvio di una efficiente differenziazione dei
rifiuti ci hanno condotto, inesorabilmente, verso una situazione oramai insostenibile e cumuli di
immondizia caratterizzano, a periodi alterni, le nostre città. Quanto però accaduto a Siracusa in questi
giorni di emergenza, (gli ennesimi), assume i contorni del grottesco e del paradossale. Alla nostra
amministrazione comunale, infatti, non è bastato che i cittadini siracusani dovessero gestire tra mille
difficoltà e proprio in concomitanza con l’arrivo della stagione estiva, questa pesantissima emergenza
rifiuti, così come non è bastato il dover offrire a turisti e visitatori uno spettacolo spesso raccapricciante con strade ridotte a discariche a cielo aperto.

Rifiuti in pieno centro, ira del sindaco di Siracusa contro residenti

All’amministrazione comunale di Siracusa e, più nello specifico, al Sindaco Italia è invece sembrato più “appagante” scaricare sulla testa dei cittadini siracusani (che, occorre ricordarlo, pagano una delle TARI più esose d’Italia), tutte le responsabilità del caos immondizia ed ha dapprima divulgato via social le sue passeggiate tra le strade della Borgata, facendosi filmare mentre ispezionava la spazzatura degli incivili e monelli cittadini aretusei. Ha successivamente postato, sempre sui suoi canali social, la foto di una persona di colore che passeggiava con un sacchetto in mano e colpevole, a dire del Sindaco, di aver gettato immondizia in una strada appena ripulita e, infine, ha donato alla città l’ultima sensazionale sua scoperta sul tema eliminazione rifiuti: la costruzione di un termovalorizzatore.

Rifiuti, a Siracusa solo da oggi pulizia straordinaria dei cumuli. Iinvito  a differenziare: «Presto nuova emergenza» | La Sicilia

Sinistra Italiana di Siracusa ritiene che le azioni sinora messe in atto dall’Amministrazione comunale di
Siracusa e dal Sindaco Italia siano state insufficienti e stiano tentando di scaricare verso la popolazione
residente la totale responsabilità dell’emergenza rifiuti. Ci saremmo aspettati ben altro che video ed
immagini via social da un Sindaco volenteroso di risolvere per la città un problema serio ed annoso.
Avremmo gradito che il sindaco di Siracusa, nell’immediato, provvedesse innanzitutto a trovare gli
strumenti per ripulire rapidamente la città e, nel frattempo, mettesse in campo tutte le risorse umane ed
economiche atte a sviluppare, nel medio/lungo periodo un ciclo virtuoso dei rifiuti che una cittadina di
piccole dimensioni come la nostra potrebbe facilmente provare ad attuare. Invece, alla stregua di ciò che
avviene in ambito regionale con il Presidente Musumeci, anche per il Sindaco Italia la colpa è sempre degli altri. Riteniamo, come Sinistra Italiana, che sul tema rifiuti ci sia ancora molto da fare a Siracusa, sia in termini di sensibilizzazione della popolazione, da indirizzare verso una sempre più virtuosa differenziazione sia verso l’individuazione di servizi atti a garantire una raccolta più efficiente ed efficace. Auspichiamo pertanto che non siano le foto ed i video postati sui social l’unico ed ultimo strumento messo in campo dal Sindaco Italia e che Siracusa ed i suoi abitanti possano, finalmente, avere una città pulita e decorosa“.

Circolo Sinistra Italiana di Siracusa

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: