La polizia di Siracusa ha fermato due cittadini turchi (classe 1979 e classe 1997), accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina in relazione all’arrivo di 83 migranti di nazionalità egiziana e siriana, giunti a bordo di un veliero intercettato da una motovedetta della Capitaneria di Porto intorno alle ore 01:30 del 18 giugno scorso al largo delle coste siracusane. Le dichiarazioni rese dai migranti, circa la dinamica della traversata e la conduzione dell’imbarcazione, opportunamente riscontrate, hanno consentito di procedere al fermo di indiziato di delitto a carico dei cittadini stranieri. Inoltre, a seguito di perquisizione, il più giovane dei due fermati è stato trovato in possesso di armi e munizioni ( 21 cartucce di vario calibro e 2 coltelli a serramanico). Quest’ultimo è stato anche denunciato per detenzione illegale di armi. Al termine delle incombenze di rito, i due turchi sono stati condotti in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: