SIRACUSA. I CARABINIERI ARRESTANO LATITANTE SFUGGITO ALL’OPERAZIONE “ALGERI”

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Siracusa hanno arrestato ieri un pericoloso
latitante già destinatario di ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Catania nell’ambito
dell’operazione “Algeri”, eseguita il 2 marzo 2021. L’uomo, un quarantunenne siracusano pienamente
inserito nel contesto criminale dedito al traffico di stupefacenti disarticolato con l’arresto di ben 31
persone, si era sottratto all’esecuzione della misura poiché irreperibile già da diversi mesi, essendo evaso
nel novembre 2020 dagli arresti domiciliari a cui era sottoposto per altri reati. Ovviamente, venuto a
conoscenza dell’ordine di cattura che pendeva su di lui da marzo, si era dato definitamente alla macchia,
inducendo il Tribunale di Catania ad emettere addirittura un decreto di latitanza.
Ieri tuttavia, al termine di ininterrotte ricerche, i Carabinieri lo hanno rintracciato e catturato mentre si
aggirava come se nulla fosse nel centro abitato di Siracusa, portando così a termine brillantemente, con un
trentaduesimo arresto, un’operazione che appena tre mesi fa aveva costituito l’esito di una prolungata ed
approfondita indagine sul quartiere popolare sito nella zona nord della città, tristemente noto per essere una
così detta piazza di spaccio.
L’arrestato non ha opposto particolare resistenza ed i Carabinieri lo hanno potuto così accompagnare alla
caserma di viale Tica, dove oltre a notificargli l’ordinanza di custodia cautelare che pendeva su di lui lo
hanno anche tratto in arresto per il reato di evasione, di fatto protrattosi fino a ieri.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: