Siracusa. La “Primaria” del Comprensivo Wojtyla nei nuovi locali di via Tintoretto. Stop ai doppi turni


Alla presenza del sindaco Francesco Italia e dell’assessore alle Politiche scolastiche, Pierpaolo Coppa, sono iniziate stamani, nei nuovi locali di via Tintoretto a Siracusa le attività didattiche dei 165 alunni frequentati la scuola Primaria del Comprensivo “Wojtyla”. Le aule messe a disposizione permetteranno
alle dieci classi di scuola primaria di mettere fine ai doppi turni e al conseguente disagio delle prime settimane di lezione. Nei prossimi giorni saranno gli alunni della scuola Primaria del Comprensivo “Santa Lucia” a trasferirsi nel nuovo plesso, di proprietà del Comune, ex “Scuola rurale” di contrada Longarini, già sede della stazione staccata dei Carabinieri e della Guardia medica. A seguire, saranno consegnati ad altri Istituti comprensivi i locali in comodato d’uso adiacenti le Chiese di Santa Rita e del Salvatore, il Santuario e quelli presi in locazione in via Ierone.
“La scuola rimane l’unico baluardo per una società migliore ed è stata sempre al primo posto della nostra attività amministrativa. Sin dal mio insediamento, infatti, non abbiamo risparmiato tempo e risorse per migliorarne il benessere”: lo dichiara il sindaco, Francesco Italia che ricorda altresì “Il lavoro senza sosta svolto dagli uffici comunali che ha permesso, in poche settimane, di individuare i locali, di renderli
disponibili ed in sicurezza per come ulteriormente richiesto dai Dpcm. Molto presto tutti gli studenti degli istituti Comprensivi potranno regolarmente frequentare la scuola in presenza e di mattina”.
La dirigente del Comprensivo Wojtyla, Giuseppina Garofalo ha aggiunto: “Grazie alle aule del nuovo plesso di via Tintoretto, le attività didattiche degli alunni da oggi potranno proseguire con l’orario regolare, concludendo il periodo disagiato dei doppi turni. L’impegno sinergico e la collaborazione di tutti hanno reso possibile la piena disponibilità in tempi brevi dei locali per accogliere gli alunni della Primaria. Ringrazio l’Amministrazione comunale, il Consiglio d’Istituto e quanti, a vario titolo, hanno contribuito a raggiungere questo importante risultato”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: