Siracusa. La Questura traccia il bilancio dell’attività svolta nel 2021

Il lavoro della Questura di Siracusa, nonostante le tante difficoltà derivanti dal grave quadro epidemiologico che ormai da parecchio tempo affligge l’intero territorio nazionale, oltre ad essersi distinto nelle attività connesse all’emergenza sanitaria, sia in funzione di controllo al rispetto delle misure finalizzate al contenimento del contagio del virus 1 , sia di gestione di iniziative di piazza, anche a carattere estemporaneo, in segno di protesta contro i provvedimenti governativi, si è caratterizzato, altresì, per la sapiente ed incessante gestione dell’ordinaria emergenza del fenomeno migratorio di rifugiati provenienti dai Paesi del Nord Africa e dal Medio Oriente.
Va rilevato, infatti, come questa materia sia diventata determinante dell’immagine della Polizia di Stato, implicando in seno alla Questura l’onere di fornire, al contempo, una efficace sintesi tra le esigenze di sicurezza della popolazione, compiti amministrativi e interventi sempre più frequenti, per far fronte agli incessanti sbarchi, autonomi e programmati, che ormai, quasi quotidianamente, si susseguono in questa provincia. Al riguardo giova segnalare la presenza, in rada, al porto di Augusta, delle navi quarantena, in grado di ospitare mediamente circa 600 migranti ad imbarcazione.
A titolo esemplificativo si riporta qui di seguito uno specchietto riepilogativo delle attività connesse al fenomeno migratorio.

Di seguito, invece, il prospetto dei provvedimenti adottati.

La cosiddetta attività ordinaria ha visto un aumento degli arresti in flagranza rispetto al 2020 , ma anche di denunce, di controlli, di armi sequestrate, di esercizi pubblici controllati. Sono stati 11.131 contro gli 8.147 dell’anno precedente, con un incremento del 36,62%.

Per quanto riguarda l’ambito degli stupefacenti, sono stati sequestrati 17.554 grammi di hashish, marijuana e crack, mentre tra cocaina ed eroina, sequestrati 2.196 grammi.

Ha i numeri dell’emergenza, poi, l’àmbito violenza. Si parla di 408 interventi in un anno per liti in ambito familiare, violenza domestica e violenza di genere, con 114 denunce acquisite, 41 allontanamenti dalla casa familiare o divieto di avvicinamento alla persone offesa e 22 ammonimenti del questore. Si è arrivati all’arresto in 19 casi. 

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: