Si è svolto nei giorni scorsi, nella sede di CNA Siracusa, l’incontro tra il commissario della Zes Sicilia Orientale Alessandro Di Graziano e i rappresentanti della consulta delle associazioni di categoria di Siracusa, rappresentati dalla coordinatrice Rosanna Magnano.
Presenti all’incontro anche Massimo Cartalemi, Project Manager Zes Sicilia Orientale e Carmelo Frittitta,
dirigente generale delle Attività Produttive presso la regione Siciliana.
L’incontro fa parte di una sorta di “tour” promozionale che i vertici della Zes Sicilia Orientale stanno
svolgendo nelle province interessate, in modo da divulgare alle istituzioni e agli imprenditori le opportunità e gli incentivi messi a disposizione di chi vorrà investire nelle Zone Economiche Speciali.
Dopo l’introduzione di Rosanna Magnano, incentrata su quanto sia strategica la nascita delle Zes in Sicilia,
la parola è passata al commissario Di Graziano il cui intervento ha illustrato in generale tutti i vantaggi delle Zes, sia in termini di semplificazioni per la richiesta di permessi e autorizzazioni, sia riguardo alle
opportunità finanziarie date dalle modifiche al credito d’imposta, dai nuovi Contratti di Sviluppo e dalle
SuperZes in Sicilia.
L’intervento di Massimo Cartalemi prima e di Carmelo Frittitta poi ha riguardato gli aspetti più tecnici e
funzionali delle Zes, rispondendo ai dubbi dei sindaci ma anche degli imprenditori presenti, ad esempio in
merito alla corretta perimetrazione delle aree e ai codici A.TE.CO. autorizzati negli insediamenti.
Oltre ai tanti sindaci del territorio, hanno partecipato al dibattito anche il parlamentare nazionale, Filippo Scerra e quello regionale, Giovanni Cafeo.
Il tour delle Zes continuerà ma sia il commissario Di Graziano sia Carmelo Frittitta, nel rendere noto il sito internet dedicato https://siciliaorientale.zes.gov.it/, si sono messi a disposizione per qualunque istanza o chiarimento da parte dei sindaci e degli imprenditori, dandosi appuntamento da qui ad un anno per verificare l’effettivo successo delle Zes in Sicilia.
“Con ben 13 comuni interessati dalle Zes, è evidente che il territorio siracusano rappresenta una situazione davvero particolare – ha dichiarato Rosanna Magnano – resa possibile da una forte coesione che ci ha visti operare in maniera unitaria nel raggiungimento di un obiettivo, ossia un autentico rilancio dell’economia locale attraverso una reale attrattività del nostro territorio per gli investimenti interni ed esterni ed un rafforzamento delle imprese già presenti nelle aree in questione. “
“Questo – conclude la coordinatrice della consulta delle associazioni di Siracusa – è il preludio a scelte
coraggiose che devono vedere impegnati gli enti locali nella realizzazione di uffici unici per cogliere ulteriori opportunità, riducendo i limiti forti di progettualità che scontiamo nella competizione nazionale ed internazionale.”

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: