Sul licenziamento collettivo dei 47 dipendenti di “Villa Aurelia” a Siracusa, che ha alimentato la critica dei sindacati e della politica,  interviene  l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza: “Leggo della vertenza aperta a Siracusa per il licenziamento di 47 lavoratori, ai quali sono vicino perché utilizzati con apparente spregiudicatezza come strumento umano per ottenere dalla Regione la contrattualizzazione di posti letto (quindi nessuna prestazione erogata e non retribuita). La società ha piena consapevolezza della attuale infondatezza della sua richiesta e, infatti, ha sottoscritto una transazione e, finora, non ottenuto alcuna pronuncia favorevole nelle sedi adite.

Chiederò al prefetto di Siracusa la convocazione di un tavolo al quale parteciperò personalmente. Spero solo, ma dalle telefonate ricevute da esponenti politici del territorio non ne sono così convinto, che non si voglia utilizzare questa vertenza in prossimità delle prossime elezioni. Anche per questo sono a disposizione della Procura di Siracusa per essere ascoltato con urgenza”, così l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: