Siracusa, lunedì 19 luglio manifestazione in ricordo di Paolo Borsellino. Cavallaro: « Paolo oggi vive»

Il 19 luglio dalle 20.30 alle 21.30 verrà ricordato il magistrato Paolo Borsellino, in occasione del 29° anniversario della sua barbara uccisione per mano mafiosa. Ancora è vivo il ricordo di quelle immagini strazianti che rimbalzarono su tutte le televisioni e giornali; gli italiani tutti si strinsero attorno ai parenti delle vittime e lo Stato reagì con fermezza. «Mi uccideranno, ma non sarà una vendetta della mafia, la mafia non si vendica. Forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri», così aveva confidato in una intervista il giudice assassinato. “Paolo Borsellino oggi vive, perché vivono gli ideali di Giustizia, il coraggio con cui lottò la mafia, sapendo che per ciò avrebbe perso la vita, l’amore per l’Italia e la verità e il disprezzo per la violenza e la corruzione morale. La sua morte ha risvegliato le coscienze e inasprito la lotta alla criminalità organizzata, per questo Paolo vive”, dice Paolo Cavallaro, responsabile per la provincia di Siracusa dell’associazione culturale “Italiavvenire”. “Addolora – prosegue – che, a distanza di 29 anni, non si sia fatta ancora piena luce su quello che per molti aspetti è diventato uno dei tanti misteri d’Italia”. I partecipanti saranno muniti di mascherina e osserveranno le distanze previste in materia anticovid. La manifestazione sarà statica sul marciapiede, vicino l’ingresso del Tribunale prospiciente la via pubblica. I cittadini sono invitati a partecipare nel rispetto delle normative anticovid.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: