Nel pomeriggio di ieri, agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa hanno eseguito una misura cautelare del divieto di avvicinamento, emessa dal G.I.P. di Siracusa, nei confronti di un cinquantenne siracusano accusato di maltrattamenti e lesioni personali aggravate perpetrate nei confronti dell’ex convivente, una donna di 38 anni, originaria del Sudamerica.
In specie, è fatto obbligo all’uomo di mantenere una distanza dalla donna di almeno 300 metri e di non comunicare con la stessa in alcun modo.
La misura cautelare adottata si è resa necessaria per porre un argine alle condotte persecutorie poste in essere dall’uomo, aggravate da pesanti minacce ed aggressioni, dopo che l’ex fidanzata decideva di interrompere la loro relazione.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: