Siracusa. Mancato pagamento tredicesime 2020 ai dipendenti del Libero Consorzio e rischio di blocco dei pagamenti degli stipendi

Il segretario generale della Fp Cisl Ragusa Siracusa Daniele Passanisi ai  lavori del congresso nazionale di Milano – Giornale Ibleo

“Il commissario straordinario del Libero Corsorzio di Siracusa spieghi le motivazioni del mancato pagamento della tredicesima del 2020 e faccia subito chiarezza se i dipendenti dell’Ente rischiano anche di non percepire la mensilità di marzo”. A chiederlo è stato il segretario generale della Fp Cisl Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi, puntualizzando l’assenza di un confronto sulla tematica già chiesto dal sindacato lo scorso 1 marzo. Al centro delle preoccupazioni del sindacato c’è anche la possibile difficoltà dell’ex Provincia di erogare le spettanze di marzo ai dipendenti.
“Le richieste della Cisl Fp relative alla mancata erogazione della tredicesima mensilità del 2020 – ha spiegato Passanisi – non sono state prese in considerazione dal commissario straordinario, se è vero che dopo oltre dieci giorni non abbiamo avuto alcuna risposta. A questo aggiungiamo la preoccupazione relativa al rischio per i dipendenti dell’ex Provincia di non avere certezza degli stipendi futuri, visto che quello di marzo è già in
bilico, dal momento che l’art.8 della legge regionale 36/2020, che stabiliva lo stanziamento di 1 milione 500 mila euro per l’ex Provincia, è stato impugnato dallo Stato, con inevitabili difficoltà che andranno a ricadere sul personale dell’Ente”.
Per questo motivo il segretario generale della Cisl Fp Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi, ha lanciato un appello alla deputazione nazionale e regionale siracusana, affinché garantisca la copertura delle risorse necessarie al pagamento degli stipendi.
“Non comprendiamo le ragioni per le quali questa vicenda, che rischia di precipitare ancora una volta – ha sottolineato Passanisi – sia passata in sordina, e ad oggi, dopo che il provvedimento legislativo regionale è stato impugnato dallo Stato, debba essere sempre il Sindacato a lanciare il grido di allarme mentre la Politica, quella che può prendere le decisioni, continua a cadere tra le braccia di Morfeo rischiando di lasciare per
l’ennesima volta senza stipendio il personale dell’ex Provincia di Siracusa che, nonostante tutto, garantisce con professionalità ed abnegazione tutti i servizi e le funzioni dell’Ente. Il personale non ha mancato di rappresentare le proprie preoccupazioni alla Cisl Fp e noi facciamo appello ai parlamentari nazionali e regionali siracusani affinché sia trovata una soluzione pragmatica in tempi rapidi per le centinaia di
famiglie e per la continuità dei servizi da garantire ai cittadini, evitando tensioni sociali in una fase già molto critica”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: