“Noi crediamo che la Sicilia possa diventare anche un hub per il turismo sanitario. Siamo il baricentro del Mediterraneo, con un miliardo di euro di investimenti in edilizia sanitaria e 800 milioni già programmati con il Pnrr”.
Lo ha detto il presidente della Regione Nello Musumeci al Forum Meridiano Sanità Sicilia al Castello Maniace di Siracusa.
“Ormai la competizione – ha aggiunto il governatore – si vince sulla capacità di innovarsi e sulla capacità di digitalizzare il sistema. Noi partiamo da tre e non da zero. E abbiamo alcuni esempi significativi come Ismett o l’ospedale Cannizzaro.
Abbiamo avviato una procedura di digitalizzazione anche per l’emergenza con 118″.
Musumeci ha ricordato il gap per le isole minori: “Serve una nuova norma – ha affermato – che disciplini il sistema sanitario nelle isole minori. Non è possibile lasciare ai medici, anche vincitori di concorso, la possibilità di abbandonare l’isola in qualunque momento. E un servizio prioritario, essenziale, previsto dalla Costituzione. Serve una legge che leghi il vincitore di un concorso al territorio almeno per cinque anni.
Questo è un obiettivo al quale tutti i presidenti di Regione con isole minori stiamo lavorando perché siamo spettatori inermi di un processo che non è più tollerabile”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: