Siracusa, “Oltre” ogni anacrostico interesse di parte. Frecciatina del Movimento politico al Pd

Gioia per l’elezione ad Augusta di Giuseppe Di Mare a sindaco e un plauso alla decisione di Francesco Italia di sostenerlo. “Oltre” è soddisfatto. Il Movimento politico che fa riferimento all’assessore comunale Fabio Granata non cela il suo gaudio per quanto accaduto qualche giorno fa. “Oltre – si legge in una nota a firma di Agata Messina, Fausto Consiglio e Salvatore Corso – nasce da un progetto di superamento del Sistema Siracusa trasversale e invasivo coinvolgendo uomini e donne di destra e di sinistra, a sostegno di Fabio Granata proprio per raccogliere forza da spendere su un progetto di liberazione della città dai comitati d’affari e dalle collusioni. Il movimento ha a cuore la rigenerazione di Siracusa: ambientale e sociale, culturale ed urbana. Alle ultime elezioni comunali, ha impedito a quel centrodestra di vincere al primo turno e si è alleato in un Patto civico a sostegno di Francesco Italia ritenuto il candidato di garanzia per il superamento definitivo del sistema Siracusa. Molti di noi hanno una storia di impegno a destra e molti a sinistra ma a noi sta a cuore la città, “Oltre” ogni anacronistico interesse di parte. Tra mille difficoltà e qualche ritardo questa è una giunta legalitaria e trasparente e Francesco Italia si è confermato uomo lontano da intrighi e compromessi, sempre libero intellettualmente fino all’endorsement al Patto civico a sostegno di Giuseppe Di Mare ad Augusta”. La nota prosegue con un attacco diretto al Pd che, qualche giorno fa, aveva lamentato uno spostamento un pò troppo verso destra della Giunta Italia: “Certa sinistra continua a manifestare una preconcetta discriminazione ideologica rispetto agli interessi della città, e questo è quello che ci contraddistingue da loro e da chi da ogni parte non da preminenza alla preparazione ed alla onestà intellettuale ma continua a privilegiare la vecchia politica delle appartenenze. Il Pd si faccia una ragione nel non avere alcuna egemonia sull’attuale giunta e nessun potere di veto sul sindaco, perché , come abbiamo detto in tempi non sospetti, riteniamo di essere senza padrini e senza padroni, ma sempre e solo al servizio della città e del cittadino”

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: