Siracusa. Panchina Rainbow per dire “NO” a odio e discriminazioni

Contro ogni forma di omofobia: a Vittoria, si inaugura una panchina Rainbow  in piazza del Popolo - Ragusa Oggi

In memoria di tutte le vittime di omolesbotransbifobia e per esortare la cittadinanza a dire no ad ogni forma di discriminazione e violenza per motivi fondati su: sesso, genere, orientamento sessuale ed identità di genere.” È questa la frase che recita la targa che verrà apposta, alla “PANCHINA RAINBOW” con cui il Comune di Siracusa, su impulso del presidente dell’associazione InOltre Alternativa Progressista, Giordano Bozzanca, ha dato seguito all’iniziativa, promossa e realizzata in  collaborazione con: Arci Siracusa, Arciragazzi Siracusa 2.0, Arcigay Siracusa, Astrea in memoria di Stefano Biondo, Consulta Giovanile di Siracusa, Stonewall, UDS Siracusa,  Zuimama Arciragazzi, per sensibilizzare l’opinione pubblica ai contenuti del DDL Zan contro omotransfobia, misoginia e abilismo. La panchina Rainbow, riqualificata dalle associazioni presso i giardinetti di Piazza San Giovanni, di fronte l’omonima basilica, sarà inaugurata lunedì 14 giugno, alle 16,30 alla presenza del sindaco Francesco Italia e dei rappresentanti delle associazioni che hanno co-promosso e realizzato l’iniziativa. Secondo i promotori, “oggi è infatti quanto mai necessario, che anche l’intera cittadinanza siracusana prenda atto dell’urgenza di fare proprio il contenuto di questo disegno legge, che qualora venisse approvato, senza alcuna mediazione a ribasso, introdurrebbe “misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità”. Come si ricorderà, il DDL Zan, già approvato alla Camera e recentemente approdato in commissione al Senato, è attualmente minacciato da un numero spropositato di  audizioni a scopo dilatorio, in quello che le associazioni definiscono un “chiaro tentativo da parte del presidente della commissione Giustizia Ostellari della Lega di voler allungare i tempi e affossare la legge“. Per questo motivo le stesse, auspicano che la Panchina Rainbow possa fungere da monito ed esortazione verso i senatori di Italia Viva guidati dal capogruppo Davide Faraone, nel convergere in modo compatto attorno all’immediata calendarizzazione del DDL Zan, firmando la lettera che congiuntamente tutti i capigruppo di centrosinistra (PD, Leu, Autonomie, M5S)  hanno già sottoscritto. “Ci auguriamo, – concludono – che i coordinatori e gli esponenti eletti siracusani di Italia Viva si uniscano nel sollecitare in tal senso il senatore Faraone, affinché questo DDL possa diventare quanto prima possibile legge, senza mediazioni al ribasso”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: