Siracusa, potenziato ancora il sistema di monitoraggio dei miasmi

Procede l’attività di potenziamento del sistema di monitoraggio degli inquinanti e dei miasmi presenti in atmosfera nell’Aerca (Area ad Elevato Rischio di Crisi Ambientale) di Siracusa comprendente i comuni di Augusta, Floridia, Melilli, Priolo Gargallo, Siracusa e Solarino.

L’Arpa (Agenzia regionale per la Protezione dell’ambiente) ha installato e reso operativi 7 dei 13 campionatori previsti nell’ambito del progetto del “Nose” (Network for Odour SEnsitivity) Sistema di segnalazione Emissioni Odorigene. Il “Nose” è una web app che consente ai cittadini di segnalare in tempo reale, in modalità anonima e georeferenziata, i miasmi avveriti sul territori.

Il cittadino può registrarsi sul proprio smartphone dal sito https://nose-cnr.arpa.sicilia.it/ e segnalare il tipo di odore percepito, intensità e se è accompagnato da disturbi fisici. I dati sono disponibili e visualizzabili sull’app in tempo reale. I campioni raccolti sono sottoposti ad analisi olfattometriche presso l’Università di Catania e ad analisi chimiche.

A partire da questi risultati è possibile mappare le aree interessate dai miasmi e, anche grazie al monitoraggio eseguito dalle centraline di Arpa Sicilia e del Libero Consorzio, individuare e caratterizzare inquinanti e relative concentrazioni.

Il “Nose” è stato sviluppato dall’Arpa Sicilia e dal Cnr-Isac (Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima), con il contributo dell’assessorato Territorio e Ambiente della Regione Siciliana. Il progetto si articola in due fasi: la prima, già operativa, è la costituzione dell’app (del costo di circa 50 mila euro), la seconda, in fase di svolgimento, prevede la realizzazione di una rete di centraline. Il “Nose” è operativo nell’Aerca di Siracusa dal 2019.

Siracusa. Miasmi, sistema Nose seconda fase: nasi elettronici per seguire  le “puzze” – SiracusaOggi.it

Nello specifico i campionatori installati in questi giorni sono i seguenti: uno nel Comune di Siracusa presso una delle sedi di Arpa Sicilia; altri due nel comune di Priolo Gargallo presso la sede del Comune e presso l’Istituto Scolastico “Alessandro Manzoni”; un altro presso l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale presso il sito “Nuova Darsena” di Augusta; altri due a Melilli presso la sede della Protezione Civile Comunale e presso un centro per anziani in località Città Giardino, ed un ultimo nel comune di Solarino presso l’ex ospedale “Vasquez”.

Qualità dell'aria. Cosa si respira a Siracusa? I dati del rapporto 2019 di  Arpa Sicilia – SiracusaOggi.it

Sono in fase di completamento le attività per l’installazione di un altro campionatore nel comune di Siracusa presso il Liceo “Tommaso Gargallo” e nel comune di Floridia presso il Liceo “Leonardo da Vinci”.

“Si ringraziano le Amministrazioni locali e le Istituzioni scolastiche per la collaborazione – scrive in una nota l’ArpaSicilia – . Siamo invece ancora in attesa dei riscontri da parte dei comuni di Siracusa e di Augusta per l’installazione di altri quattro campionatori”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: