Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, e l’assessore all’Igiene urbana Andrea Buccheri hanno presentato stamani alla sala Caracciolo la prossima campagna di comunicazione, promozione e divulgazione per un corretto conferimento della differenziata, con particolare attenzione alla raccolta degli involucri in tetra pak. Completamente gratuita, l’attività di comunicazione è di Tetra Pak che da qualche settimana l’ha avviata nelle più grandi città italiane.
“Semplicemente riciclabili” il claim della campagna che spiega come questi contenitori vadano
raccolti insieme alla carta e al cartone.
“Un semplice gesto – ha detto il sindaco Francesco Italia – che, però, contribuirà a limitare la
produzione di rifiuti e a valorizzare importanti risorse. Con la Giunta, da tempo, spieghiamo
l’importanza della raccolta differenziata che a Siracusa è oltre il 52%. Ma non basta, perché occorre
una differenziata di qualità: con questa campagna verrà spiegato come riciclare questo prodotto, il
cui uso sta diventando sempre più ricorrente non solo per le bevande ma anche per altri prodotti,
quali i semilavorati per la cucina. Ma nelle lettere che i cittadini riceveranno a casa sarà anche
ricordato come smaltire e differenziare correttamente tutti i rifiuti che produciamo”.
Ai giornalisti presenti sono stati mostrati in anteprima i facsimili del materiale informativo, con il doppio
logo Comune di Siracusa e Tetra Pak: 55mila pieghevoli esplicativi sul corretto conferimento dei cartoni per le bevande, che saranno recapitate alle utenze private; e manifesti e locandine che saranno affissi sulle tabelle murarie presenti sul territorio comunale e distribuite presso i pubblici esercizi. Tutto il materiale sarà in carta riciclata.
“Il tetra pak è un materiale particolare ed il differenziarlo in maniera corretta non è di facile intuizione”: lo ha detto l’assessore all’Igiene urbana Andrea Buccheri aggiungendo: “I cartoni di tetra pak vanno raccolti insieme alla carta nel medesimo contenitore. Tutti questi rifiuti, verranno inviati alle cartiere dove la cellulosa, attraverso il processo di produzione cartaria, sarà riutilizzata nella realizzazione di nuovi prodotti di carta. Con il contributo di tutti sarà quindi possibile incrementare le percentuali di raccolta differenziata, favorire il recupero di importanti risorse, tutelare l’ambiente in cui viviamo e ridurre i costi di smaltimento”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: