Siracusa, presentate dal consigliere comunale Dario Tota tre interrogazioni all’A.C.

 

Nella giornata di ieri sono state presentate dal consigliere comunale, Dario Tota, tre interrogazioni all’Amministrazione attiva di Siracusa, su argomenti diversi ma tutti ugualmente importanti per il bene della collettività.

La prima interrogazione riguarda il problema dell’accumulo dei rifiuti che si verifica in prossimità dei contenitori per la raccolta degli stessi e l’assenza di una costante pulizia delle strade e dei marciapiedi in più zone della città.

Nello specifico, il consigliere Tota ha interrogato l’Amministrazione per sapere le misure con le quali l’ente è già intervenuto, nonché i dati a disposizione dello stesso e le iniziative nell’ambito delle proprie competenze che ha intrapreso affinché episodi analoghi non abbiano a ripetersi.

La seconda interrogazione è calata in un contesto che vede l’anno scolastico ormai a ridosso della ripresa e verte, in particolare, sulle condizioni attuali degli edifici scolastici di competenza del Comune Siracusa, con richiesta dei relativi allegati riguardanti i sopralluoghi effettuati, la valutazione della sicurezza statica, antisismica e di conformità alla normativa antincendio nonché copia dell’ultimo aggiornamento effettuato dall’ente in ordine all’anagrafe dell’edilizia scolastica.

Con la terza interrogazione, infine, Tota ha interrogato l’ente riguardo la verifica negli anni 2016 e 2017 delle condizioni di natura strutturale e statiche del ponte Umbertino, richiedendo inoltre la relativa e corrispondente documentazione tecnica ed amministrativa riguardante i sopralluoghi effettuati e la valutazione della sicurezza statica.

Alla luce della necessità che, in prospettiva, verrebbe a nascere in caso di chiusura del ponte Umbertino per futuri ed eventuali lavori di ristrutturazione, si evidenzia la necessità di ricostruire il ponte dei Calafatari per molte ragioni, tecniche ma soprattutto di sicurezza e buon senso, visto che il terzo ponte in Ortigia può rappresentare, se costruito secondo moderni e funzionali criteri, un’eccellente via di fuga, alternativa come detto sia al ponte Umbertino sia al ponte Santa Lucia non solo nella malaugurata ipotesi di eventi sismici ma anche per lo smaltimento dell’ormai insostenibile traffico veicolare in uscita dall’isola.

 

 

 

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: